Lunedì 30 Gennaio, aggiornato alle 21:35

Beppe Pisano solleva il dibatito politico. Marco Tedde (Fi): perchè le quote rosa in carico a noi e non al Psd’Az?

Beppe Pisano solleva il dibatito politico. Marco Tedde (Fi): perchè le quote rosa in carico a noi e non al Psd’Az?

Dalla pagine della NUOVA Peppe Pisanu ieri ha dato la sua lettura sull’attuale situazione politica sia regionale che nazionale. Una lettura lucida da parte di un grande uomo politico, che in Sardegna continua ad essere un faro, per tanti. Un uomo politico nato nella Democrazia Cristiana, transitato in Forza Italia, sin dalla prima ora, e ora in pensione, ma attento, presente, e soprattutto dalla grande autorevolezza, perché le sue parole non fanno sconti a nessuno, a sinistra e a destra.

E di notevole peso politico sono le dichiarazioni di Peppe Pisanu, che legge il rimpasto di Christian Solinas.

Rimpasto arrivato dopo mesi negli annunci, che l’ ex ministro boccia sostenendo che l’esecutivo targato Solinas abbia perso peso politico. Questo sortirà un risultato sicuro, ovvero  di far crescere le tensioni soprattutto nei gruppi moderati della maggioranza. Il  riferimento è a Forza Italia soprattutto Marco Tedde , candidato ufficialmente dal suo partito alla carica assessoriale in giunta,  poi sacrificato in nome delle quote rosa caricate a Forza Italia.

Marco Tedde, che dalla bocciatura c’è rimasto davvero male, ora non le manda a dire, con una velata polemica tutta politica.

“Io credo che le parole di Beppe Pisanu rappresentano perfettamente quella che è la situazione politica regionale – afferma l’ex sindaco di Alghero  ora Consigliere Regionale –  dall’alto della sua esperienza e saggezza ha reso a noi sardi una fotografia di ciò che sta accadendo in Italia in Sardegna.  Occorre una svolta vera, pesante, cattiva, arrogante, per dare risposte ai sardi in agricoltura, urbanistica, sanità e trasporti.  Solinas dev’essere un direttore d’orchestra, per amalgamare la squadra altrimenti è inutile avere assessori di livello. E si toglie il primo sassolino dalla scarpe sulla sua mancata nomina:  “Non è stata una delusione ma una scelta che non ho capito.  Primo o poi qualcuno mi spiegherà perché il rispetto delle quote rosa debba essere in carico al mio partito e non al Psd’Az. Io comunque  – prosegue Marco Tedde- sono sereno, faccio quello che fa un consigliere, in aula, sarò la sentinella vigile dell’attuazione dei punti programmatici anche nei confronti degli assessori di Forza Italia”.

Sempre dal fronte azzurro plaude alle parole di Pisanu anche il deputato Pietro Pittalis che afferma :  è un padre nobile della politica un maestro che va ascoltato. Ha colto  molto bene quella che è la situazione oggi sul piano nazionale e su quello regionale.

Peppe Pisanu solleva il dibattito, Marco Tedde che poteva essere una risorsa di peso in Giunta, costretto a giustificarsi per il trattamento ricevuto, e da queste parti, nella Riviera del Corallo, da parte dei Forzisti e dei moderati locali, il dito è tutto puntato sull’asse sardo-leghista, che di fatto nel nome della quota rosa ha bocciato un uomo di peso politico, e di indubbie capacità, che dalla bocciatura sta traendo vitalità, vigore e consenso, riconosciuto anche dagli avversari politici.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi