Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 22:52

Torna “Goccia su Goccia”, inziativa per sensibilizzare i giovani e la donazione del sangue

Torna “Goccia su Goccia”, inziativa per sensibilizzare i giovani e la donazione del sangue

Lunedì 14 novembre sul piazzale della clinica di Malattie infettive. L’appuntamento, organizzato dal Sism in collaborazione con Aou Sassari, Avis provinciale e comunale e Admo, punta a sensibilizzare anche alla donazione del midollo osseo e alla prevenzione del diabete e dei tumori.

Sassari 11 novembre 2022 – Torna “Goccia su Goccia” l’iniziativa che punta a sensibilizzare i giovani alla donazione del sangue, del midollo osseo e promuovere la prevenzione del diabete e dei tumori al seno, al testicolo e alla prostata. L’evento torna il 14 novembre in occasione della Giornata internazionale del diabete, dalle 8,30 alle 13, sul piazzale della clinica di Malattie infettive dell’Aou di Sassari dove si era svolta l’ultima volta a novembre del 2019, prima dello scoppio della pandemia da Covid-19.

L’appuntamento, organizzato dal Sism (Segretariato italiano studenti di Medicina) con le aree Scoph e Scora dedicate alla salute pubblica e alla salute riproduttiva, vedrà la partecipazione del Centro trasfusionale dell’Aou di Sassari, dell’Avis provinciale e comunale e dell’Admo.

L’obiettivo è quello di informare e educare i giovani al tema delle donazioni e della donazione del sangue in particolare. Un gesto di grande rilevanza che, in Sardegna, assume un significato ancora più grande se si pensa che nell’Isola c’è una grande necessità di sangue ed emocomponenti. Donare, allora, aiuta a salvare una vita, oltre che consentire al donatore un controllo periodico della propria salute.

E se la sensibilizzazione alla donazione il Sism la rivolge in particolare al mondo studentesco sassarese – scuole superiori e università – nelle intenzioni degli stessi organizzatori l’invito si estende anche a tutti i cittadini, potenziali donatori.

All’appuntamento saranno presenti per la sezione sassarese del Sism l’incaricata locale Alessandra Fornasari, la responsabile area Scoph Federica Casule e la responsabile area Scora Pawinut Jantarakort.

Per il Centro trasfusionale dell’Aou di Sassari, il direttore della struttura dottor Pietro Manca, per l’Avis provinciale Antonio Dettori, per l’Avis comunale Serafino Dettori e per l’Admo la presidente della sezione sassarese Viviana Cotza, dirigente medico del centro trasfusionale.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi