Sabato 26 Novembre, aggiornato alle 22:56

“A scuola con l’Avis”, raccolta sangue all’Istituto tecnico industriale Angioy

“A scuola con l’Avis”, raccolta sangue all’Istituto tecnico industriale Angioy

Sassari 9 novembre 2022 – Una consuetudine ormai consolidata e il desiderio di essere utili agli altri. Un importante segnale di attenzione e di solidarietà da parte dell’Istituto tecnico industriale G.M. Angioy di Sassari che ormai da qualche anno risponde all’appello alla donazione del sangue.
Il progetto di sensibilizzazione “A scuola con l’Avis” portato avanti dal centro trasfusionale dell’Aou di Sassari e dall’Avis è approdato nella mattinata dell’8 novembre nella scuola di via Mafalda di Savoia. Presente anche l’Admo, l’Associazione donatori di midollo osseo.
La raccolta sangue che si è svolta nell’atrio della scuola è stato un vero successo e ha visto partecipare numerosi studenti e professori. Sono state 30 le sacche di sangue raccolte dagli operatori sanitari dell’Avis provinciale, ma le adesioni sono state superiori. «È normale che alcuni non abbiano potuto donare – ha spiegato una volontaria dell’Avis – perché se non si hanno alcuni parametri fisici nella norma, come il peso o l’emoglobina, non si può donare. È significativo comunque l’elevato numero di prenotazioni».
«È stato un vero successo vedere così tanti alunni donare sangue. Hanno donato 7 docenti, un assistente tecnico e 22 studenti che frequentano l’indirizzo chimico, meccanico e informatico. Io dono da sempre e la mia prima donazione l’ho fatta proprio in questa scuola appena compiuti i 18 anni e quando la frequentavo da studente», ha affermato Vittoria Maddau, insegnante di biochimica dell’istituto.
Grande soddisfazione anche da parte dell’Avis comunale di Sassari che come sempre è presente a questi appuntamenti. «Durante la mattinata abbiamo raccolto 30 sacche di sangue. Siamo particolarmente contenti dell’ottimo risultato e posso dire che il progetto di sensibilizzazione nelle scuole che svolgiamo in collaborazione con il centro trasfusionale sta funzionando molto bene», ha affermato Serafino Dettori, presidente dell’Avis comunale di Sassari.
Amedeo è uno studente che ha compiuto da pochissimo 18 anni ed è portatore sano di microcitemia. «Penso che donare il sangue sia una cosa molto importante. Sono diventato maggiorenne il 5 novembre scorso e ho deciso subito di donare perché so che il sangue a disposizione non è sufficiente», ha dichiarato il ragazzo che frequenta la quinta classe dell’indirizzo chimico.
«Amedeo è uno studente che ha dato un bell’esempio di altruismo. Anche se è portatore sano di microcitemia, può donare. Non c’è alcun tipo di controindicazione per lui, l’importante è che si rispetti sempre il valore limite dell’emoglobina. L’unico accorgimento è che potrà donare tra sei mesi e non fra tre mesi come accade in genere per gli uomini», ha affermato Viviana Cotza, dirigente medico del servizio trasfusionale e presidente dell’Admo.
«Quella di oggi è una giornata importante – ha proseguito Viviana Cotza – non solo perché molti di loro hanno donato il sangue ma anche perché diversi si sono iscritti al registro dei donatori di midollo osseo».
La professoressa Maddau è fortemente convinta dell’importanza della formazione dei ragazzi che deve precedere la donazione. «Questa è un’iniziativa benefica che serve ad aiutare il prossimo e non ci costa niente. Abbiamo deciso che la scuola ogni anno scolastico avrà due appuntamenti fissi, uno in autunno e uno in primavera».
Il prossimo appuntamento quindi con l’istituto G.M. Angioy è fissato per aprile sempre in collaborazione con Avis, Admo e il centro trasfusionale dell’Aou di Sassari.

Alcune informazioni utili.

Possono donare il sangue i soggetti di età compresa tra i 18 e i 65 anni e in buone condizioni di salute. Inoltre, possono donare il sangue anche i soggetti che, guariti, hanno avuto il Covid-19. Se i donatori hanno donato fino ai 65 anni e godono di buona salute, possono continuare a donare fino a 70 anni. Le donne possono donare due volte l’anno in età fertile mentre dopo la menopausa possono farlo due volte l’anno, gli uomini quattro volte l’anno a prescindere dall’età.
Al Centro trasfusionale di via Monte Grappa è presente l’ambulatorio dedicato alla donazione del sangue e degli emocomponenti in cui si effettua la valutazione dei donatori di sangue e dei donatori di cellule staminali ematopoietiche.
Per le prenotazioni i donatori possono chiamare, dalle 8 alle 14, i numeri 079 20.61.462 oppure 079 20.61.496. Dalle 15 alle 19 possono telefonare allo 079 20.61.625.

——
Per donare nella sede dell’Avis comunale è possibile chiamare lo 079 25.25.77 dalle 8 alle 14 e al numero di cellulare 370 14.34.967.
Per l’Avis provinciale, infine, è possibile chiamare al numero 079 25.00.00.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi