Giovedì 8 Dicembre, aggiornato alle 10:02

Amabile Simbula : “Altro schiaffo agli abitanti dell’agro di Santa Maria La Palma, dopo le poste, chiuso anche l’unico market”

Amabile Simbula : “Altro schiaffo agli abitanti dell’agro di Santa Maria La Palma, dopo le poste, chiuso anche l’unico market”

Si fa un gran parlare delle Borgate, della loro centralità, della loro importanza, dell’impegno che si proferisce per renderle più vivibili. Ma la vivibilità, non è fatta solo di accoglienza, di confort fra le mura amiche, la vivibilità passa ora più che mai, attraverso i servizi.  Servizi essenziali, che offrono a chi risiede punti di riferimento certi. La Borgata è intesa come centro di vita, di incontro collettivo, di attività. Ma quello che continua a succedere a Santa a Maria La Palma è un procedere a piccoli passi verso la desertificazione di una comunità, dove una forza centrifuga obbliga alla partenza, all’abbandono. Se ne parla da giorni e ora che si tocca con mano tutto il disagio che si sta vivendo, ben oltre l’immaginario, del malumore che serpeggia a Santa Maria La Palma se ne fa portavoce Amabile Simbula.
Amabile Simbula come portavoce del Comitato di Borgata di Santa Maria la Palma è amareggiato, parla di un altro schiaffo agli abitanti dell’Agro di Santa Maria la Palma. La borgata –dice Simbula- perde un altro pezzo importante dei servizi.  Dopo la chiusura dell’Ufficio Postale (ancora senza risposte per quanto si prevede la riapertura?),  ora chiude anche il market dei generi alimentari, un servizio essenziale per la borgata. Si consideri il disagio che crea, visto che viene a mancare il pane fresco, anche per i bambini delle scuole e tanti pensionati, che non possono andare oltre la borgata per fare la spesa. La speranza dice Simbula è che le istituzioni provvedano al più presto al ripristino di questi importanti servizi“.


Auspicio condivisibile ma difficilmente percorribile. Se l’ufficio postale promesso riguarda il dialogo stretto fra Amministrazioni, la riapertura del Market afferisce l’attività di un privato che ha deciso di chiudere l’attività.
La speranza neanche tanto remota, è che qualche imprenditore del comparto della distribuzione, adocchi una piazza importante come Santa Maria La Palma e decida di investire in una nuova attività. Ma di fatto nessuno può essere costretto, sebbene l’Amministrazione possa  fare opera di persuasione e capire a fondo i motivi che hanno portato alla chiusura di un punto vendita riferimento per tanti residenti e non, a Santa Maria La Palma.
Nella foto a sx il market, a dx l’ufficio postale, entrambi chiusi

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi