Martedì 28 Maggio, aggiornato alle 16:03

La Fc Alghero gioca in casa a Olmedo: la cacofonia sino a quando?

La Fc Alghero gioca in casa a Olmedo: la cacofonia sino a quando?

Quando si dice che particolari fanno la differenza. In questo caso è un particolare che non può sottacersi. Nella pagina social della FC Alghero si riporta l’esordio casalingo della squadra contro il Nughedu calcio. “Sabato 29 ottobre alle ore 18:00 campo sportivo comunale Pintore-Caddeo”. Non viene riportato che si gioca ad Olmedo. Un caso? Una scelta?Un refuso?

Sta di fatto che tutto diventa ancora più strano a metabolizzarsi, quando di prima mattina ci chiedono dove la Fc Alghero dovesse giocare. Alla nostra risposta che fosse Olmedo, la reazione  conseguente è stata immediata: non è possibile!

Eppure è proprio così. Una squadra di calcio di Alghero militante nel campionato di  terza categoria, in città, per il momento non trova ospitalità. Costretta, per la mancanza di una struttura regolamentare, a chiedere asilo  alla vicina Olmedo, che si è resa disponibile ad accogliere la squadra, e poterla far giocare e allenare sul proprio campo sintetico Comunale.

Lo stesso orario sufficientemente desueto, alle ore 18:00, altro non dice se non  che la partita finirà al buio, con i fari dell’ illuminazione accesi. Fortiori.

Una situazione davvero paradossale dove quanto prima deve essere trovata una soluzione, per poter consentire a questa squadra di essere seguita anche da tutti coloro che non possono recarsi in trasferta per vederla giocare. Pensiamo soprattutto a giovanissimi che potrebbe essere i tifosi di domani per questa nuova squadra.

Ribadiamo quello che in altre circostanze abbiamo asserito. Bisogna trovare il modo per rendere fruibile il campo sportivo Mariotti, una struttura che con interventi minimi potrebbe consentire l’ospitalità della squadra proprio nella città che porta il suo nome. Mai a memoria nostra, abbiamo visto una squadra di Alghero costretta giocare a tanta distanza in casa, al massimo è stata Santa Maria La Palma ad ospitare una squadra locale.

Pensare di dover seguire per tutto l’anno una squadra costantemente in trasferta, e dover commentare l’Alghero che gioca a Olmedo provoca una cacofonia e un disagio difficilmente superabile con il tempo. Il progetto Fc Alghero deve potersi sviluppare in città, perchè le porte aperte di uno stadio soprattutto per chi si avvicina a questo tipo di spettacolo, dev’essere il più possibile accogliente.

Di contro oggi il progetto sfida anche le avversità per la penuria di strutture regolamentari, e prima o poi sarà la forza dei risultati e del consenso che obbligherà a prendere atto che questa realtà calcistica è di Alghero e ad Alghero deve poter giocare. E colpisce in maniera inequivocabile, persino la scelta della Società e del suo patron Andrea Alessandrini di non sollevare il caso. Quasi che si sia scelto altro profilo, ovvero quello del tessere senza clamore pur di raggiungere l’obiettivo, in un periodo ragionevolmente breve.

Nel mentre oggi, nel tardo pomeriggio,  alle 18,00, il campo di gioco della Fc Alghero sarà a Olmedo.

nella foto il terreno del Mariotti

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi