Lunedì 28 Novembre, aggiornato alle 22:02

Filomena Campus testimonial di Alghero in Inghilterra? Se ne parla

Filomena Campus testimonial di Alghero in Inghilterra? Se ne parla

Nella conferenza stampa di stamattina, nelle tenute della Sella&Mosca, dove si presentava l’evento in programma stasera al Teatro Civico, abbiamo potuto apprezzare tutta la competenza comunicativa di una donna, artista, innamorata persa per la sua Sardegna.L’assessore Gabriella Esposito, Mario Bruno Sindaco di Alghero, nonche’ il responsabile delle relazioni esterne della Sella&Mosca Antonio Posadinu, hanno messo in evidenza la grande rilevanza del progetto Jazzalguer, sotto la direzione di Paolo Fresu. Tutti hanno convenuto con dovizia di particolari che l’operazione che si sta compiendo non è fine a se stessa ma ha come obiettivo diversificare l’offerta di una città che come si può ben comprendere, non può offrire solo mare e sole. E non è passato inosservata la richiesta del sindaco di Alghero Mario Bruno di poter esportare, in Inghilterra la città di Alghero, per promuoverla,per rilanciarla in ambito turistico considerata la nuova rotta aerea da poco messa in campo da EasyJet .E la richiesta del sindaco di Alghero, così in diretta, a bruciapelo non ha spiazzato l’artista sarda, residente in Inghilterra, che ha dato la sua massima disponibilità perché il “ponte”si possa fare. Le dichiarazioni d’amore per la città di Alghero di Filomena Campus, lasciano intendere che fra l’artista e la città c’è feeling. Ha affermato che Alghero è la città in cui ha scelto di sposarsi  perché “la Sardegna è la più bella del mondo”, detto da una che il mondo lo ha girato fra paralleli e meridiani. E il suo percorso artistico è incominciato con un volo Ryanair da Alghero, da “un’isola verso un’altra isola” dove ha trovato un coacervo di culture di religioni che convivono. E il suo racconto appassionato, ha messo in evidenza un grande personaggio con una spiccata personalità, un’artista con un robusto substrato culturale, che non smette mai di raccontare e raccontarsi con quel rapporto ancestrale con la Sardegna che si porta dentro, ovunque vada.

E l’appuntamento di stasera al teatro Civico sold out, è un po’ un impegno fra Alghero e la cantante-compositrice-regista. Un impegno a provare ad esportare un progetto che si finalizzi con un ritorno per il territorio e Alghero.

E se un giorno portasse ad Alghero, in questo teatro il suo lavoro “Franca Rame e la sua Eva”, beh, potremmo capire molto di più di un’artista che definire cantante ci pare riduttivo.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi