Giovedì 2 Febbraio, aggiornato alle 8:15

Differenziata, le buste di “moccio”che non reggono l’umido

Differenziata, le buste di “moccio”che non reggono l’umido

Ci hanno dato delle buste di “moccio”! Lo dice senza mezze parole signora Francesca, donna di mezza età che lotta tutti i giorni per differenziare il pattume domestico. E la lotta diventa impari quando nel contenitore dell’umido la signora dice di sistemare l’apposita busta “ecologica” . E’ una tragedia! Subito dopo i primi conferimenti la busta di “moccio” si squaglia. E l’umido conferito nel contenitore bisogna riprenderlo pezzo per pezzo. E sorge spontanea la domanda: ma se si sbaglia a differenziare c’è il rischio di prendere sanzioni perché “ non conforme”, perché altrettanto non si fa con chi ha consegnato buste non conformi? Anzi non conformi sono un eufemismo, sono inadeguate al compito che devono assolvere, uno sperpero di denaro considerato il gran numero che ogni giorno se ne sprecano. E la colpa è tutta dei controllori che non controllano la conformità di quanto alle famiglie è stato consegnato. E la rabbia monta giorno dopo giorno, di pari passo al disagio che si prova a rimontare e riordinare il pattumeumido conferito.

E la domanda finale è: chi sanziona coloro che hanno fornito i sacchetti “non idonei”, poiché è palese che si sbriciolano, considerato che se si acquistano al supermarket sono “idonei” e resistenti per l’uso a cui sono destinati?


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi