Lunedì 28 Novembre, aggiornato alle 15:11

L’Assessore Balzani dovrebbe vedere il lavoro realizzato al Poetto

L’Assessore Balzani dovrebbe vedere il lavoro realizzato al Poetto

La fotografia che proponiamo è stata scattata sul lungomare Poetto a Cagliari. Quello che si vede è un cordone dunare denominata barriera eco filtro. Sul Poetto è stato fatto uno studio finalizzato all’individuazione dei punti critici e maggiormente vulnerabili dell’eco-filtro nei confronti delle mareggiate estreme e degli allagamenti in spiaggia, con un’analisi di fattibilità delle possibili soluzioni progettuali per la mitigazione delle criticità. Il manufatto è una composizione naturale principalmente fatto di canne palustri rulli di fascine in fibra di cocco facilmente reperibili e di basso impatto ambientale. E ci chiediamo come mai questo tipo di intervento non sia possibile realizzarlo sul sistema Dunale presente nelle spiagge di Alghero. Ci riferiamo soprattutto alla parte esposta a nord nei pressi di Fertilia dove l’erosione da segni evidenti e se del caso anche nella spiaggia di Punta Negra. In quel punto di spiaggia infatti le mareggiate, specie di libeccio hanno effetti devastanti sulla costa, la spiaggia praticamente sta scomparendo. L’intervento nel suo insieme, l’ipotesi di intervento, è  compito che spetta agli amministratori, in questo caso l’assessore Alessandro Balzani,  che ha la delega ai litorali urbani,  non guasterebbe una sortita fuori dalla cinta muraria di Alghero, per vedere una tipologia di intervento che sortisce effetti sicuramente positivi e garantiti con costi, pare evidente, assolutamente contenuti. Ma è di fresca nomina, si potrebbe eccepire.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi