Giovedì 20 Giugno, aggiornato alle 18:04

Focs de Sant Joan, arriva la notte della fratellanza: esordio dei Castells con “Los Mataresos de l’Alguer”

Focs de Sant Joan, arriva la notte della fratellanza: esordio dei Castells con “Los Mataresos de l’Alguer”

I fuochi di San Giovanni rappresentano un simbolo di rinascita di quel legame di amicizia e fratellanza che richiama alla tradizione.

Una nuova edizione dei Focs de Sant Joan, che hanno permesso negli anni di associare la città di Alghero all’amicizia e alla fratellanza, è alle porte. Ideata e organizzata dalla ProLoco Riviera del Corallo con il contribuito e sostegno del Comune di Alghero e la Fondazione Alghero, si terrà anche quest’anno dal 21 al 23 giugno prossimo.

Lo scorso anno i tre giorni di eventi furono straordinari per temi, contenuti tecnici e culturali, quest’anno sarà proposto un cartellone di appuntamenti – sotto la direzione artistica di Marco Velli – altrettanto ricco, strutturato da veterani e nuove associazioni che arricchiranno la manifestazione con curiose e coinvolgenti attività.

I Focs de Sant Joan sono un’iniziativa ricca e importante che vede nei simbolismi utilizzati parte del mistero che avvolge il legame tra le persone che il fuoco va a suggellare – spiega Ennio Asuni, presidente della ProLoco Riviera del Corallo – La manifestazione rappresenta un’espressione identitaria per Alghero nel suo essere catalana, nel suo riscoprire anno dopo anno quel legame inscindibile fatto di lingua, popolo e tradizioni“.

I tre giorni di eventi prenderanno il via venerdì 21 giugno con la Fiera dell’artigianato sardo e la Festa della Musica. Dal concerto itinerante della Banda Musicale Dalerci ai concerti di Isla Sound System, Train to Roots e Jahlsas Sound System.

Grande novità dei Focs 2024 sarà sabato 22 giugno il Palio dei Focs di Sant Joan organizzato dalla Lega Navale, l’ASD Il Marinaio e il Comitato di Quartiere della Petraia. Una regata di vela latina metterà in competizione 12 gozzi ognuno abbinato ai quartieri o borgate della città. La premiazione della regata si terrà prima del salto del fuoco domenica 23 al Lido San Giovanni e sarà seguita dalla prima esibizione della colla castellera “Los Mataresos de l’Alguer”. Il gruppo nato l’11 settembre dello scorso anno è il primo in Italia e il primo fondato in un territorio di lingua catalana fuori dai Paesi Catalani. Los Mataresos promuovono la tradizione catalana dei Castells che hanno come base: dedizione, fiducia, forza, rispetto, fraternità. Sentimenti che stanno alla base anche del salto del fuoco di San Giovanni.

Ancora musica nel calendario di eventi, nel quartiere di Sant’Agostino con “Cançons y rondallas”, a cura della Consulta Civica per les Poliìques Linguistiques del català de l’Alguer, e nel Lungomare Barcellona con l’esibizione della scuola di musica de La Chitarreria e a seguire Angela Colombino dj set.

Domenica 23, dopo i riti religiosi, inizierà con la sfilata delle centinaia di persone vestite di bianco pronte a promettersi amicizia eterna. Il ritrovo sarà in Torre Garibaldi alle 18:30. Il primo segno della notte dei Focs sarà l’arrivo della Flama del Canigò, la fiamma della fratellanza che unisce i paesi catalani e che sarà portata dall’Omnium Cultural. La fiamma accenderà il fuoco cui ognuno potrà contribuire portando del legname.

Con la tradizionale accensione del falò – a cura di Shedan Fire – verrà ripercorsa l’antica tradizione popolare, praticata in diversi centri dell’Isola e legata alla devozione per il Santo, del comparaggio di San Giovanni: saltando insieme il grande falò mano nella mano si diventa compari per tutta la vita. Il salto sarà preceduto da uno spettacolo di immagini, musica e parole che accompagnerà i presenti nell’analisi dei simbolismi dell’antica tradizione. Lo spettacolo, coinvolgerà gli artisti Corrado Podda, Mowman ed Enedina Sanna.

L’intera serata sarà presentata da Nicola Nieddu e Carla Valentino.

Parallelamente a Santa Maria La Palma nel cortile dell’ex scuola media in via Arzachena, l’Ombra Cultural organizza il concerto di canzoni in algherese di Agostino Salis sotto la direzione musicale del maestro Francesco Scognamillo e la collaborazione di Massimiliano Peana e Matteo Scala.

Per le iscrizioni al comparatico è possibile recarsi presso le attività commerciali Farmacia Fertilia in via Pola 10 (Fertilia), Diamante Rosa in via XX Settembre, Pathos Boutique Alghero via Gilbert Ferret 99 ed Edicola la Pietraia in via Don Minzoni.

L’organizzazione dei Focs de Sant Joan sono a cura della Pro Loco Riviera del Corallo con il sostegno di: Comune di Alghero, Fondazione Alghero, Unpli, Fondazione di Sardegna. E il sostegno di Bayou Club, Anemone APS, Generalitat de Catalunya, Compagnia Barracellare di Alghero, CCN Fertilia, CCN Al Centro Storico, CCN Pietraia, CCN Sant’Agostino, Alghero Summer Beach, Diamante Rosa. 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi