Domenica 26 Maggio, aggiornato alle 10:25

VIDEO – L’Assessore Franco Cuccureddu: “la Sardegna non è una regione turistica”. E lo spiega. Passare dall’improvvisazione, alla pianificazione dell’offerta

VIDEO – L’Assessore Franco Cuccureddu: “la Sardegna non è una regione turistica”. E lo spiega. Passare dall’improvvisazione, alla pianificazione dell’offerta

Franco Cuccureddu Assessore Regionale al Turismo della regione Sardegna, ad Alghero ieri per la presentazione della sua lista civica approdata in città, Orizzonte Comune, si concede in una breve intervista e spiega quali saranno i suoi punti cardinali, per cercare di cambiare una tendenza in quella che noi abbiamo definito essere la più grande industria in Sardegna.

Franco Cuccureddu a sorpresa afferma, molto pragmaticamente  che “la Sardegna, al di là della percezione che se ne ha,  non è una regione turistica, poiché il turismo,  produce solo l’8% del prodotto interno lordo regionale, quindi molto meno di quello che avviene a livello nazionale, e quindi – sostiene l’assessore – dovremmo darci una strategia finalizzata a dare valore ai prodotti, creare nuovi prodotti.  Significa pensare che un prodotto ha un suo target , che dobbiamo essere noi a scegliere il target più adatto,  non possiamo subirlo.   Dobbiamo passare da quello che oggi è l’improvvisazione, alla pianificazione da parte nostra dell’offerta, scegliere noi i mercati,  perché se c’è la domanda ci saranno anche i vettori. Ma per pianificare bisogna avere i dati, infatti la prima sfida sarà quella di avere più dati possibili , per prevedere ciò che accadrà domani, ma anche quello che può accadere fra qualche mese, o tra qualche anno, seguendo i trend, e si può fare acquisendo i dati dai social, dalle celle telefoniche, da MasterCard e non soltanto basandoci sui dati che ci vengono dati, storici,  dopo che le presenze sono già avvenute in Sardegna. È un po’ una rivoluzione di intendere il turismo,  predittiva e programmatico e non basato sulla improvvisazione delle pubbliche amministrazioni e dei privati. L’assessore Franco Cuccureddu spiega persino il senso della sua battuta dei giorni scorsi quando disse senza mezzi termini che in Sardegna saranno benvenuti quelli che spenderanno 100 € per una pizza.

Chiaramente una provocazione e l’assessore spiega sempre nel corso dell’intervista a cosa si riferisse e mirava a spiegare  soprattutto che si punta ad alzare il target delle presenze, nell’ottica della ridistribuzione della ricchezza. Noi afferma FRANCO Cuccureddu dobbiamo ringraziare chi spende tanto, perché l’obiettivo per uno come me è cercare di migliorare la vita delle persone che stanno peggio non certo di chi sta già bene, questo implica l’adozione di una strategia che è quella della ridistribuzione del reddito.

L’intervista seppur breve è da scoltare, perchè l’Assessore Franco Cuccureddu ha le idee chiare sul da farsi, lo dice lasciando intendere che forse è atteso da un grande lavoro che se portato a compimento potrebbe ribaltare quello che sino ad oggi è stato il modo di intendere e di gestire l’industria turistica in Sardegna.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi