Martedì 21 Maggio, aggiornato alle 7:57

Cenacolo Musicale al decimo appuntamento con la musica antica

Cenacolo Musicale  al decimo appuntamento con la musica antica

La V edizione del Festival Internazionale di Musica Antica si avvicina alla sua chiusura, ma non senza un ultimo, entusiasmante appuntamento. I mesi da settembre a dicembre sono stati costellati da concerti di chiaro interesse artistico e musicale, con i quali l’APS Dolci Accenti, organizzatrice del Festival, ha portato il suo affezionato pubblico in alcune delle più belle location della Sardegna in un viaggio musicale “senza tempo” che ha esplorato diversi stili e repertori.

Il 16 dicembre 2023 alle 19:00, presso il Palazzo Baronale di Sorso (SS), l’ensemble Cenacolo musicale ci delizierà con un ultimo appuntamento con la musica antica. La voce di Francesca Biliotti si sposerà con il violoncello barocco di Daniele Cernuto, il clavicembalo di Donata Busetto e l’arciliuto e chitarra barocca di Calogero Sportato per deliziarci con un programma dedicato ai “Fratelli Sammartini, musici milanesi” che esplorerà le musiche di Giuseppe e Gian Battista Sammartini.

L’ensemble di musica antica Cenacolo Musicale, matrice storica dell’Associazione Barocco Europeo, nasce per iniziativa di Donatella Busetto e dalla collaborazione di alcuni musicisti e studiosi che condividono preparazione professionale, attività concertistica e interesse per il genere barocco. Il repertorio del gruppo spazia tra musica strumentale, cantate sacre e profane ed intermezzi di autori del 600 e 700, fino agli autori del tardo barocco e primo Classicismo. I programmi si articolano lungo specifiche tracce tematiche, come nel caso del repertorio che ascolteremo sabato 16: la presentazione e comparazione di particolari autori, l’approfondimento di forme e di generi, individuazione di pagine composte in visione di particolari occasioni sociali o religiose dell’epoca. Gli organici, a geometria variabile, comprendono formazioni a voce solista con basso continuo, duetti per soprano e contralto con violini e basso continuo, voce solista e quartetto d’archi e basso continuo, duo cembalistico, concerti per strumento solista ed archi, quintetto vocale.

 Il gruppo ha un esteso curriculum di concerti in Italia e all’estero in prestigiosi Festival, nonchè di incisioni di dischi che hanno raccolto ottime recensioni presso le più importanti riviste specializzate italiane ed estere tra le quali L’Avant-Scène Opéra, Musica, Classic Voice, Amadeus, e la prestigiosa Gramophone.

Notevoli le produzioni destinate all’allestimento di Intermezzi settecenteschi e Opere Barocche resi attraverso la realizzazione di Regie e allestimenti scenografici improntati alla dimensione dell’attuale. Di particolare pregio la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Venezia e con NABA di Milano per la realizzazione digitale della scenografia degli spettacoli.

Il Festival “Note Senza Tempo” in questi cinque anni ha compiuto un’azione divulgativa di un genere musicale poco conosciuto ed ascoltato nelle sale da concerto, ed oggi si attesta come l’unico festival dell’isola ad occuparsi di musica antica. Ha ricevuto da qualche mese un importante attestato di qualità con l’ammissione al Rema Early Music in Europe, un network composto dai migliori 150 festival di musica antica in Europa.

Tenendo fede alla missione divulgativa del Festival, l’ingresso sarà a ingresso libero.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi