Domenica 3 Marzo, aggiornato alle 19:14

la Sardegna a Dubai per la Cop28. Il Presidente Solinas: “Presenti in questo appuntamento cruciale per l’azione sul clima”

la Sardegna a Dubai per la Cop28. Il Presidente Solinas: “Presenti in questo appuntamento cruciale per l’azione sul clima”

Cagliari, 30 novembre 2023 – Confermata anche quest’anno la presenza del programma Interreg NEXT MED alla conferenza mondiale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici “COP28”, che prende il via oggi 30 novembre a Dubai e proseguirà fino al 12 dicembre. Per la Regione Sardegna, autorità di gestione del programma, si tratta di un appuntamento fondamentale per condividere su scala globale soluzioni e strategie sviluppate per mitigare gli effetti del cambiamento climatico nello spazio mediterraneo.

Oltre a una presenza fisica negli uffici della “Coalizione Mediterranea” sotto la guida dell’Unione per il Mediterraneo, è previsto il coinvolgimento di rappresentanti del programma Interreg NEXT MED in diversi eventi organizzati nei padiglioni dell’Unione europea, della Lega Araba, e dei governi egiziani, francesi, italiani e tunisini.

“La partecipazione di NEXT MED alla COP28 – afferma il Presidente della Regione, Christian Solinas – evidenzia l’importanza di un approccio collaborativo e integrato per affrontare le sfide ambientali globali, sottolineando il ruolo del programma come piattaforma unica nel promuovere soluzioni innovative e d’impatto”.

Di particolare rilevanza l’incontro che si svolgerà il 9 dicembre negli spazi della delegazione italiana, gestiti dal Ministero per l’Ambiente, sul tema dell’efficientamento energetico degli edifici pubblici, tema centrale per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Da segnalare anche la partecipazione all’evento “Economia Circolare: Come le PMI possono Trasformare l’Economia per le Persone, il Pianeta e la Prosperità” organizzato il giorno 8 dicembre presso il padiglione dedicato agli “Obiettivi di Sviluppo Sostenibile” delle Nazioni Unite.

Guidato dal motto “Insieme per un cambiamento”, Interreg NEXT MED punterà l’attenzione su tematiche cruciali per il futuro sostenibile del Mediterraneo come l’imprenditorialità verde, la gestione sostenibile delle risorse idriche, la transizione energetica o la lotta all’inquinamento da plastica nel mare.

Dotato un budget di 253 milioni di euro, Interreg NEXT MED rappresenta la più grande iniziativa di cooperazione transnazionale finanziato dall’Unione europea nell’area euro-mediterraneo. Il programma coinvolge 15 paesi – Algeria, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Giordania, Israele, Italia, Libano, Malta, Palestina, Portogallo, Spagna, Tunisia e Turchia – con l’obiettivo di promuovere competitiva delle piccole e medie imprese, innovazione, resilienza climatica, formazione, inclusione sociale, e governance multilivello.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi