Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 11:14

“L’opposizione fantasma dimentica quando il sindaco Bruno fece calare, da Lucca, il nuovo segretario generale del Comune di Alghero”

“L’opposizione fantasma dimentica quando il sindaco Bruno fece calare, da Lucca, il nuovo segretario generale del Comune di Alghero”

Ancora una volta una sbiadita opposizione, sempre molto distratta di fronte a temi importanti,  non perde occasione per attaccare l’assessore di Fratelli D’Italia, questa volta in merito alla realizzazione di un importante evento di valorizzazione dell’enogastronomia tradizionale algherese (LEGGI).

Lo fa, come al solito, con grande superficialità, dimostrando di non essere neanche in grado di leggere una determinazione dirigenziale che non si limita ad affidare alla società Cinquesensi il solo servizio di comunicazione dell’evento, ma tutti i seguenti servizi: dalla realizzazione di una ricerca storica sulle ricette tradizionali algheresi e le loro radici culturali, curata dal giornalista Giovanni Fancello, all’organizzazione del convegno previsto per la mattina del 19/10, durante il quale si parlerà di enogastronomia come prodotto turistico esperienziale insieme agli operatori economici del territorio; passando per l’organizzazione delle lezioni con gli chef, con la partecipazione di 4 cuochi dell’istituto alberghiero algherese insieme alla partecipazione dello chef stellato Cristiano Andreini; la gestione Degli aspetti organizzativi e di segreteria; l’attività di ufficio stampa, che ha garantito la promozione dell’evento sui più importanti portali e riviste tematici e non; Infine la promozione della manifestazione sui media outlet tradizionali e online.

Ovviamente le risorse stanziate, pari a 21.616,00€, sono destinate alla realizzazione di tutti questi servizi e non, come sostenuto dalle opposizioni, alla sola promozione e comunicazione.

È evidente poi che per l’opposizione fantasma il fatto che questa società abbia sede a Lucca  costituisce un problema. Non lo costituiva invece quando il sindaco Bruno fece calare, da Lucca, il nuovo segretario generale del Comune di Alghero. Un singolare protezionismo a intermittenza.

Siamo convinti che l’assessore Cocco e gli uffici che hanno gestito la pratica abbiamo garantito il meglio per il territorio.

Abbiamo ormai tutti preso atto che la campagna elettorale per le scadenze del 2024 è iniziata e che questa opposizione, ormai lanciatissima nel cercare di creare un “campo largo” capace di accogliere le sue frastagliate anime,  si appigli  ad ogni atto amministrativo, soprattutto se riconducibile al solo assessore di Fratelli d’Italia, per provare a recuperare quella credibilità politica persa da tempo.

Per concludere ricordiamo che  PlaçAlguer, giunta alla sua seconda edizione è stata  organizzata grazie alla capacità progettuale dell’assessorato, guidato prima, da Marco Di Gangi e attualmente da Alessandro Cocco,  che ha consentito di reperire importanti finanziamenti regionali finalizzati alla realizzazione di manifestazioni di turismo esperienziale sulle quali si intende puntare oltre che per la rilevante valenza  culturale per creare flussi e animare  la città nei mesi di bassa stagione.

 

 

Il direttivo di Fratelli d’Italia Alghero

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi