Martedì 28 Novembre, aggiornato alle 15:40

“Cin Cin Cannonau” – A Quartucciu dal 24 al 28 settembre si chiude la mostra itinerante

  • In Eventi
  • 23 Settembre 2023, 07:53
“Cin Cin Cannonau” – A Quartucciu dal 24 al 28 settembre si chiude la mostra itinerante

Dopo il successo delle tre tappe precedenti la mostra dedicata a uno dei vini sardi più apprezzati al mondo,  chiude la sua terza edizione a Quartucciu, con cinque giornate di salotti del gusto e degustazioni guidate da esperti, aperte da un imperdibile aperitivo in musica ospitato nel bellissimo sito archeologico di Is Concas

 


Chiuderà in bellezza la terza edizione della mostra itinerante “Cin Cin Cannonau”, a Quartucciu dal 24 al 28 settembre. Questa quarta tappa della mostra dedicata all’oro rosso di Sardegna, verrà inaugurata domenica 24 alle 12, nel sito archeologico di Is Concas in località San Pietro Paradiso. A fare da sfondo all’aperitivo con una selezione di Cannonau, accompagnato dall’esibizione musicale dei Tenores di Orosei “Antoni Milia” e dalla musicista Zoe Pia, sarà la Tomba dei giganti, monumento simbolo di Quartucciu.

Come nelle altre tappe la mostra è composta da due momenti diversi. Dalle 18 con ingresso libero, e fino alle 21 alla Domus Art, un’antica casa campidanese tipica della zona, sarà possibile visitare il percorso descrittivo: 20 pannelli con foto, grafici e mappe sulla storia del Cannonau. Un racconto ricco di informazioni e curiosità che risale a ben tremila anni fa, quando l’uomo cominciò ad apprezzare le qualità di questo vino, e che arriva fino ai giorni nostri.

Accanto alla parte descrittiva la mostra prevede quattro serate dedicate alle degustazioni guidate e ai salotti del gusto, che si terranno dalle 19 alla Domus Art, durante le quali si approfondiscono aspetti peculiari di questo vino e la conoscenza della cultura enogastronomica dell’Isola con i suoi prodotti tipici.

Si comincia lunedì 25 settembre con il salotto del gusto, “Fregula e Cannonau”. Regina della serata sarà la Fregula di Neoneli, piccolo paese del Barigadu che per primo in Sardegna ha riconosciuto e puntato sulle potenzialità di questa specialità tutta sarda, alla quale dedica anche una sagra. La fegula verrà preparata secondo le ricette tradizionali quartuccesi, dalla Pro Loco di Quartucciu. I visitatori potranno conoscere tutti i segreti e le fasi di preparazione di questa pasta così versatile, che si presta a tante ricette e i suoi possibili abbinamenti con il Cannonau. La serata verrà curata da Cristina Mamusa de Le Strade del Gusto, sommelier e vice delegata regionale dell’Associazione Donne del Vino esperta di paste artigianali sarde e da Massimo Mascia presidente dell’Associazione Botteghe in Piazza

Martedì 26 settembre i visitatori saranno accolti in un altro salotto del gusto chiamato “Vini e sapori del Gennargentu” dedicato ai prodotti del paese simbolo della Montagna sarda: Desulo. Norcineria, formaggi e pani del Gennargentu incontreranno i vini prodotti in alcune tra le Cantine più alte dell’Isola, vera ricchezza dell’intero Mandrolisai. A fare gli onori di casa sarà Fabrizio Livretti, sommelier e relatore ai corsi di formazione della FIS, Fondazione Italiana Sommelier.

Mercoledì 27 invece sarà la volta della degustazione guidata “I Cannonau delle Donne del vino”. Sarà ancora Cristina Mamusa, sommelier e vice delegata regionale dell’Associazione Donne del Vino a presentare una selezione di Cannonau prodotti in aziende aderenti all’Associazione, uno spaccato sui Cannonau coltivati e prodotti a diverse altitudini (dal livello del mare, alla collina, alla montagna),selezionati nell’intero territorio isolano.

La mostra si chiuderà giovedì 28 con il salotto del gusto dal titolo “Sapori preziosi: Axridda e Cannonau”, un connubio riuscitissimo, tra il Cannonau e l’Axridda. A presentare questo formaggio tipico che matura nell’argilla, sarà Raimondo Mandis, esperto di sapori sardi e delegato della Condotta Slow Food di Cagliari che mostrerà gli abbinamenti tra alcuni Cannonau provenienti dai territori più prossimi al luogo di produzione di questo formaggio, tipico di Escalaplano.

Nel corso delle diverse edizioni la mostra Cin Cin Cannonau si è dimostrata sempre di più un efficace strumento di promozione turistica: «Visti i risultati positivi delle due precedenti edizioni – afferma Elisabetta Contini, assessora al Turismo e all’Agricoltura- era importante confermare l’evento anche per questa terza edizione. La mostra si è dimostrata un canale vivace non solo per raccontare ai visitatori il Cannonau ma anche per trasmettere la nostra cultura enogastronomica e allo stesso tempo far conoscere le nostre ricchezze storiche e architettoniche come per esempio la nostra Domus Art, un’antica casa campidanese tipica della zona o il bellissimo sito archeologico de Is Concas».

La mostra si arricchisce ogni anno di nuove collaborazioni. Sono infatti quasi cinquanta i soggetti coinvolti in questa terza edizione che vede collaborazioni preziose con Agenzie, Associazioni, Enti e Comuni che, assieme alle numerose Aziende aderenti, hanno condiviso lo spirito dell’iniziativa. Oltre alla FIS Sardegna che affianca Cin Cin Cannonau fin dal primo momento, l’estate ’23 vedrà coinvolte attivamente l’AGRIS e Slow Food Cagliari, l’Associazione Donne del Vino e Campagna Amica Cagliari. Questa tappa di Villasimius è stata organizzata dall’Associazione Botteghe in Piazza, con il contributo della Fondazione Sardegna e del Comune di Quartucciu.

La partecipazione all’evento è gratuita, è necessaria la prenotazione al numero 338 9169211


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi