Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Impianto di telefonia mobile nel Parco Tarragona, Mimmo Pirisi : area da preservare ad ogni costo, siamo al fianco dei cittadini che non lo vogliono

Impianto di telefonia mobile nel Parco Tarragona, Mimmo Pirisi : area da preservare ad ogni costo, siamo al fianco dei cittadini che non lo vogliono

Altra voce che si leva, in dissenso,  in considerazione del fatto  che per il 2 agosto l’Amministrazione Comunale di Alghero ha avviato una conferenza di servizi finalizzata alla realizzazione di un impianto di telefonia mobile nel Parco Tarragona. Prende posizione Mimmo Pirisi, consigliere e Capogruppo del Pd che scrive in una nota:

Che fine ha fatto il piano Comunale di radiofrequenze approvato nel maggio del 2022 dal consiglio comunale che disciplinava la materia ? Questa è la prima domanda che ci poniamo prima di entrare nel merito della scelta dell’amministrazione di inserire una torre ad uso antenna per telefonia nel parco Tarragona , ci ricordiamo tutti le problematiche che altre zone in altri rioni avevano creato l’istallazione di antenne telefoniche, una su tutte in  largo Costantino, poi rimossa,  oppure il tentativo di inserire una nuova antenna in via Mazzini parcheggio vigili urbani .

Oggi si vuole installare una nuova antenna in un parco-giardino mal tenuto, ma sempre giardino, unico polmone verde della zona sud di Alghero con una storia alle spalle , l’area e stata cimitero cittadino nella prima meta del secolo scorso fino agli anni 50 , inoltre un area ad alta intensità abitativa frequentato da tante famiglie con figli minori , senza tener conto che nelle immediate vicinanze ci sono scuole di ogni genere e grado , convitti, insediamenti sportivi, chiese e attività ludiche , ragion per cui, tenendo conto di tutte queste considerazioni e anche del fatto che nelle vicinanze c’è già una torre con molte antenne, esattamente in  via Verdi , riteniamo discutibile tale scelta e riteniamo che nel piano di radiofrequenze approvato, ci siano tutti i limiti imposti dalla norma che dovrebbero indurre l’amministrazione, compresa la conferenza dei servizi convocata,  a dare parere negativo ed individuare aree meno impattanti.  Se invece la norma e il buonsenso non convincerà l’amministrazione a cambiare idea, faremo di tutto come consiglieri comunali e forze politiche di opposizione, per bloccare tale decisione stando al fianco dei cittadini nelle forme che la legge prevede” conclude il Capo gruppo PD. Mimmo pirisi


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi