Mercoledì 17 Aprile, aggiornato alle 7:22

L’Assessora Maria Grazia Salaris esporta il modello Alghero a Roma alla presenza della Ministra Rocella

L’Assessora Maria Grazia Salaris esporta il modello Alghero a Roma alla presenza della Ministra Rocella

Il “modello Alghero” e l’esperienza virtuosa del comune sardoal centro del seminario sulla natalità, conciliazione e welfare aziendale svoltosi a Roma alla presenza della Ministra per la famiglia, la natalità e le pari opportunità Eugenia Roccella.

 

“Natalità, conciliazione, welfare aziendale. Per una regione protagonista”. Questo il titolo del seminario svoltosi nei giorni scorsi, a Roma, nella sede del Consiglio Regionale del Lazio. Presente anche la Ministra per la famiglia, la natalità e le pari opportunità Eugenia Roccella.
Fra gli illustri relatori, moderati dalla consigliera regionale Chiara Iannarelli, il presidente dell’Istat Giancarlo Blangiardo, che ha rappresentato con i dati l’inverno demografico, le conseguenze e le prospettive future per il nostro Paese. Tra i relatori l’assessora algherese alla Qualità della vita Maria Grazia Salaris, che ha portato l’esperienza virtuosa del Comune di Alghero guidato dal sindaco Mario Conoci, soffermandosi in particolar modo sul welfare aziendale messo in campo dall’Amministrazione.

Nel suo intervento ha rimarcato la necessità che le politiche familiari nascano dal basso e in particolare dai comuni, che devono fare rete per sollecitare leggi e interventi del Governo mirati e soprattutto differenziati a seconda della Regione. «Il seminario ha rappresentato un importante momento di confronto, impreziosito dalla presenza del ministro Roccella – commenta l’assessora Salaris. Nel mio intervento ho voluto portare ad esempio il “modello Alghero” e sollecitato interventi che mirino a contrastare lo spopolamento».

La ministra Roccella, nelle sue conclusioni, ha ribadito la centralità delle politiche familiari nell’agenda del governo Meloni garantendo il suo impegno nel raggiungimento degli obiettivi prefissati.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi