Sabato 13 Aprile, aggiornato alle 19:04

Nasce Spirit of rocks: il granito protagonista a Buddusò, tra arte, cultura ed economia

Nasce Spirit of rocks: il granito protagonista a Buddusò, tra arte, cultura ed economia

Nasce Spirit of rocks: il granito protagonista a Buddusò, tra arte, cultura ed economia. Prima edizione della manifestazione voluta dal Comune: in calendario dal 1° luglio il simposio di scultura con sei artisti, convegni ed eventi 

 

Buddusò, 19 giugno 2023 – Si è messa in moto la macchina organizzativa della prima edizione estiva di Spirit of Rocks, manifestazione con la quale l’amministrazione comunale di Buddusò vuole lanciare una nuova idea di vivere la Sardegna e i suoi territori, a iniziare proprio dal suo, conosciuto in tutto il mondo come la ‘terra del granito’.

 

Dopo le esperienze del simposio di scultura, inaugurato negli anni Ottanta, Spirit of Rocks vuole rappresentare una ripartenza, un momento d’incontro e approfondimento che attraverso l’arte punta a celebrare la più profonda cultura sarda attraverso la poesia, la fotografia, la pittura e la musica. E proprio la musica in questa prima edizione sarà il tema sul quale si confronteranno i sei scultori che nei prossimi giorni saranno selezionati dall’amministrazione in collaborazione con il centro culturale comunale.

 

Gli scultori scelti dovranno realizzare un’opera sul tema della musica, che andrà ad arricchire il ‘museo a cielo aperto’ che si snoda per l’intero paese, realizzato con opere d’arte in granito create durante le undici edizioni del simposio. 

Il segreto e il successo di quella manifestazione – sottolinea l’assessore alla Cultura del Comune di Buddusò,  Antonio Murafu proprio l’idea di far lavorare gli artisti lungo le vie principali del paese, favorendo un contatto diretto tra scultore e popolazione. Con Spirit of Rocks – prosegue Mura – vogliamo andare oltre, intanto facendo vivere la manifestazione tutto l’anno, con edizioni che seguiranno le stagioni (estate, autunno, inverno e primavera) e sviluppando temi legati a nuovi modelli di vivere la Sardegna. Un grande laboratorio all’interno di una comunità dalle forti radici che guarda con fiducia al futuro“.

 

Il calendario della manifestazione parte sabato 1° luglio con l’apertura del Simposio e la presentazione degli scultori, che dovranno terminare le loro opere nelle successive due settimane. Sabato 8 luglio, nel centro culturale, si svolgerà l’incontro dedicato al tema ‘Riabitare Buddusò’ con gli interventi programmati dell’Università di Sassari, degli operatori locali, e associazioni e aziende di carattere nazionale come Air B&B, Italia Nostra, Slow food  e Touring club; la serata proseguirà in piazza Fumu con lo spettacolo teatrale ‘Sardi della Pianura’, di Renzo Cugis e Flavio Soriga, mentre domenica 9 il programma prevede la presentazione del libro di Francesco Giorgioni ‘Libero, il sardo che girò il mondo in bicicletta’ in dialogo con Giacomo Mameli, inserito nel cartellone del Festival letterario regionale ‘7 sere, 7 piazze, 7 libri’.

 

La mattina di venerdì 14 e sabato 15 luglio nel centro culturale si svolgeranno due convegni dal titolo ‘Da Rifiuti a risorse: gli sfidi del granito, Domus de Janas dal villaggio ipogeo per un turismo sostenibile, La sostenibile leggerezza della pietra naturale autentica’ e ‘Sfide ed opportunità in Europa nel settore delle materie prime Circolarità e sostenibilità nel settore estrattivo-lapideo, in linea con i temi attuali e caldi’.

 

La manifestazione si chiuderà sabato 15 luglio in piazza Fumu con la presentazione delle opere realizzate dagli artisti e il gran concerto finale alle ore 21.30 degli artisti Sgribaz e Low-Red del movimento ‘la Nuova Sardegna’.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi