Martedì 21 Maggio, aggiornato alle 7:57

Daniela Perinu ha un turbo nelle gambe: è campionessa sarda master SF45

Daniela Perinu ha un turbo nelle gambe: è campionessa sarda master SF45

L’Alghero Marathon è tornata a scrivere il nome di un suo tesserato nell’albo d’oro del campionato regionale master. Daniela Perinu ha festeggiato il recente compleanno regalandosi la partecipazione al trofeo Atletica Uta che sabato ha messo in palio il titolo regionale individuale dei 5km master over 35. La gara si è snodata lungo un tracciato completamente pianeggiante con partenza, passaggio intermedio ai 2,5km e arrivo nel campo sportivo comunale Bascus Argius, ruotando in senso orario attorno all’abitato in prossimità della stessa struttura. Contestualmente si è svolta una camminata ludico motoria aperta a tutti di 2,5 km denominata Correndo con Tore. In 190 al via (63 donne, 127 uomini). La portacolori della società algherese ha concluso i 5km in 19’40, a undici secondi dalla vincitrice assoluta Veronica Pala (Ichnos Sassari) e davanti all’allieva Melania Cuguttu (Podistica SS). Media finale 3’51/km. Seconda assoluta e vincitrice del titolo regionale master SF45. In questa speciale classifica di categoria, Daniela Perinu ha preceduto con un vantaggio di oltre un minuto Laura Secci (Atl Eldorado Sanna Elmas) e due minuti sulla terza classificata Leonarda Cantara (Gs Monte Acuto Marathon). Nel corso di questa prima metà del 2023 la runner algherese ha partecipato alla sua dodicesima maratona in carriera, quella di Tokyo, ed è reduce dal secondo posto a Villacidro nella Corsa del Lago dietro Claudia Pinna assente al trofeo Atletica Uta. << Sono molto contenta della prestazione ottenuta – spiega Daniela Perinu. Percorso pianeggiante omologato dalla Fidal e situazioni climatiche ideali grazie ad un leggero venticello che ha mitigato il caldo. Ottimo risultato per la nostra società >>. Nella storia dell’Alghero Marathon, nata nel 2007, si registra il titolo master di mezza maratona vinto a Chia nel 2014 da Maria Pasqua Canu. La società vinse nel 2019 la classifica del Master on the road mentre la stessa Daniela Perinu si aggiudicò la vittoria della classifica femminile grazie a nove podi e cinque successi di tappa in undici presenze. Tornando al trofeo Atletico Uta, tra gli uomini si è imposto Oualid Abdelkader davanti al compagno della Cagliari Marathon, Claudio Solla, con terzo posto di Francesco Dejas (Pod. San Gavino) davanti a Marco Mattu e Davide Raciti. Alla chiusura delle gare Fidal è partita la staffetta 4×400 denominata Beer Mile sull’esempio di una corsa nata nel 1990 nelle confraternite delle università canadesi dove quattro atleti percorrono il giro di pista dopo aver bevuto una bottiglia di birra da 0,33 a basso contenuto alcolico. Uta a gennaio ha ospitato una prova del Festival del cross e quest’anno taglierà il traguardo del venticinquesimo anniversario della maratonina che si disputerà il 19 novembre. Se il titolo regionale master è stato assegnato ad Uta, quello di mezza maratona sarà messo in palio nell’ambito dell’Alghero Half Marathon del prossimo primo ottobre.

Sabato sera Firenze ha ospitato la Notturna di San Giovanni, classico appuntamento di metà giugno organizzato dalla Firenze Marathon che si svolge come da tradizione nell’ultimo sabato che precede la festa del santo Patrono San Giovanni Battista. Con la sua 83ma edizione è la seconda corsa podistica più antica d’Italia. Partenza e arrivo da Piazza Duomo sulla distanza di 10 km. A rappresentare l’Alghero Marathon era presente Giovanna Panai che con il tempo di 45’41 si è classificata al terzo posto SF50 e ventiquattresima assoluta.

 

Courtesy Marcello Moccia per Alghero Marathon

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi