Sabato 13 Aprile, aggiornato alle 19:04

Christian Mulas ( Udc ) ha le idee chiare: ancora illusioni sul nuovo ospedale, urge completare quello attuale con un ampliamento

Christian Mulas ( Udc ) ha le idee chiare: ancora illusioni sul nuovo ospedale, urge completare quello attuale con un ampliamento

ANCORA LE ILLUSIONI SUL NUOVO OSPEDALE! Urge completare quello attuale con un
ampliamento.
Il presidente Solinas dal suo magico cilindro estrae progetti e da buon prestigiatore oggi ci dice che
Alghero avrà un nuovo ospedale. Un altro orizzonte che si allunga per l’ennesima volta, ma la città
di Alghero non può più attendere, gli algheresi sono stanchi delle promesse e delle passerelle.
Proclami, attese e illusioni. “Sono felice che dopo oltre quattro anni di annunci e passerelle, oggi
c’è finalmente l’accordo, a parole, per il nuovo ospedale di Alghero – afferma il presidente della
commissione consiliare della Sanità Christian Mulas. “Quel che dispiace è che si fa sempre più
forte la sensazione che a meno di un anno dalle elezioni regionali qualcuno stia ancora sognando.
Anche il nostro primo cittadino è rimasto ipnotizzato dalla magia del Presidente della Regione fino
a spingersi in un terreno paludoso degli annunci che egli stesso ha sempre evitato e rimproverato
ad altri. Non ha retto all’ebbrezza del dare la notizia che da dieci anni viene continuamente
riciclata a stagioni alterne: cioè che Alghero avrà un nuovo ospedale”. “Credo che il tempo per
avviare e portare a termine un programma di edilizia sanitaria sia scaduto”, afferma Christian
Mulas che ricorda, inoltre, “che il partito Udc e il gruppo consiliare di Alghero si batte da diversi
anni per una nuova struttura ospedaliera che accorpi quella esistente con l’ospedale Marino. Oggi
più che mai con l’aumento della popolazione e i flusso turistico e la richiesta sempre più attenta ai
bisogni di cure ospedaliera da parte dell’Interland, si sente necessità e l’esigenza di migliorare il
servizio ospedaliero con un ospedale nuovo o meglio un ampliamento di un Polo ospedaliero
dipartimentale, organizzato in diversi livelli di intensità e di cura. Oggi più che mai è assolutamente
indispensabile sostenere la nostra tesi di un ampliamento del Civile, perché per costruire un nuova
realtà ospedaliera ci vogliono troppi anni per cui l’ampliamento di una struttura vicino all’ospedale
Civile sarebbe la soluzione più praticabile. E senza dimenticare che con un ampliamento si
potrebbe accorpare l’ospedale Marino, così da avere a disposizione una struttura più moderna,
più funzionale, dotata di strumenti e tecnologie avanzate, con servizi che si integrano
perfettamente”. chiude il Presidente della commissione consiliare della Sanità
Christian Mula


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi