Sabato 13 Aprile, aggiornato alle 23:52

Calcio. Gli esordienti di Uri in finale al “Memorial Bruno Selleri di San Teodoro”, la soddisfazione di mister Spanu

Calcio. Gli esordienti di Uri in finale al “Memorial Bruno Selleri di San Teodoro”, la soddisfazione di mister Spanu

L’Atletico Uri ancora protagonista. Gli esordienti di Mister Spanu approdano alla  finale nel “Memorial Bruno Selleri” organizzato dalla omonima A.S.D. di Olbia. La manifestazione, arrivata alla sua 5^ edizione, ha visto competere, sul campo comunale di San Teodoro il 3 e 4 Giugno, nunerose squadre delle categorie esordienti, pulcini, primi calci e piccoli amici provenienti da tutta la Sardegna. L’Atletico , qualificatosi come migliore seconda del girone C che schierava Pula, Olbia 1905, Atletico Uri e Porto Rotondo, si è imposto ai calci di rigore in semifinale contro il Tortolì e perso di misura (1-0) in finale contro il Ploaghe. Una bella soddisfazione per Mister Attilio Spanu che quest’anno ha potuto raccogliere i primi frutti del lavoro svolto in allenamento con i suoi ragazzi, merito che gli è stato riconosciuto anche dalla società che in questi anni ha riposto in lui la sua fiducia. Un tecnico che per coltivare la sua passione, non ha esitato a esportare il suo progetto di lavoro lontano da Alghero, laddove gli consentono di lavorare e dare ai tanti giovani capacità e consapevolezza nei propri mezzi, come si suol dire di fare “squadra”.
“Non avevamo velleità di vittoria, l’occasione era quella di confrontarci con squadre di altri gironi del campionato ufficiale. La priorità mia e della società, continua il tecnico, pur riconoscendo la giusta importanza ai risultati, è ed è sempre stata quella della crescita calcistica dei nostri atleti. Oggi i miei fantastici ragazzi mi hanno voluto fare un regalo, buttando il cuore oltre l’ostacolo. Sono contento e soddisfatto soprattutto perché oggi hanno imparato una cosa, che solo la competizione, e non gli allenamenti, può insegnare, la consapevolezza dei propri mezzi. Ringrazio i dirigenti Marco Simula e Dore Sandro che hanno voluto accompagnare la squadra in questa trasferta e la società tutta per la fiducia accordatami in questi anni nonché i genitori, fantastico e coeso gruppo che mi supporta alla bisogna”.

La soddisfazione che traspare nelle affermazioni di Attilio Spanu, sono quelle pillole di entusiasmo che a questi livelli sono il motore di tutta l’attività, perchè seguire e allenare dei giovanissimi non è solo impresa ardua, ma contiene elementi di motivazioni e di stimolo che solo chi è competente riesce a trasmettere e incentivare.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi