Venerdì 21 Giugno, aggiornato alle 16:25

Proroga del Direttore del Parco, Mimmo Pirisi ( PD): la fretta della nota di auto assoluzione lascia intendere che tutto chiaro non è

Proroga del Direttore del Parco, Mimmo Pirisi ( PD): la fretta della nota di auto assoluzione lascia intendere che tutto  chiaro non è

Abbiamo letto nei giorni scorsi dagli organi di informazione , la nota stampa del Parco di Porto Conte che “auto assolve” il proprio operato in riferimento alla validità della delibera di proroga del Direttore Generale (LEGGI),  che invece di concludersi con la fine del mandato amministrativo ( giugno 2023 ) viene allungato per ulteriori due anni, “interpretando” l’articolo 5 dello Statuto (LEGGI) che in maniera chiara ( a nostro avviso, e anche di quello del direttore dell’assessorato all’ambiente regionale ) lo fa coincidere con la conclusione del mandato amministrativo” E ‘ l’inizio della nota di Mimmo Pirisi Consiglire e componente l’Assemblea del Parco che interviene sul tema della proroga del Direttore del Parco Mariano Mariani, per mano del Presidente Raimondo Tilloca (LEGGI)

La nota stampa invece in tutta fretta conferma la validità dell’atto di proroga,  sostenendo addirittura che eventuali tempi per ricorsi erano scaduti, come se un atto illegittimo avesse tempi di scadenza,  e che l’assemblea aveva dato il giusto indirizzo ( anche qui il voto contrario dell’opposizione era ben chiaro ma nulla si è detto ) .

La nota però omette di dire che tutta l’assemblea  di  Mercoledì, ha data mandato alla Presidenza di chiedere all’Avvocatura Regionale l’interpretazione autentica dell’articolo 5 dello Statuto , ragion per cui tutta questa fretta di confermare gli atti in contestazione, fanno intendere ai più, che proprio tutto chiaro non è.

Inoltre l’Assemblea nella sua richiesta di chiarimenti dell’altro giorno, e stata molto chiara nel voler attendere risposta, sia per il futuro e sia per il presente,  e non come dichiarato nella nota stampa dove si fa intendere che il chiarimento deve servire solo per il futuro.

Rgion  per cui  sarebbe più prudente attendere la risposta, prima di avventurarsi in auto assoluzioni, e ancora più prudente sarebbe evitare nel frattempo che si firmassero atti che a seconda della risposta cagliaritana, potrebbero essere nulli.

Siamo certi  che la Presidenza farà di tutto per chiarire questo quesito e per rassicurare l’intera assemblea del Parco” conclude il Gruppo consiliare PD  Mimmo Pirisi


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi