Martedì 21 Maggio, aggiornato alle 7:57

“Play Alghero” protagonista di “Generazione Bellezza”, su Rai3 dalle ore 20.15

“Play Alghero” protagonista di “Generazione Bellezza”, su Rai3 dalle ore 20.15

“Play Alghero” protagonista di “Generazione Bellezza”. Oggi, lunedì 3 aprile, su Rai 3 dalle 20.15, il programma di Rai Cultura scritto e condotto da Emilio Casalini, sarà incentrato sul progetto che vede protagonista la Fondazione Alghero. Le riprese hanno visto la partecipazione della responsabile del progetto per la Fondazione Alghero, Maria Giovanna Fara e Fabio Viola, il game designer che ha coordinato lo sviluppo del sistema di giochi, i referenti dell’Amministrazione comunale di Alghero , del Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università di Sassari e dei giovani creativi che hanno ideato e sviluppato i giochi, associazioni culturali e classi del Plesso Asfodelo dell’Istituto Comprensivo n.1. Le immagini della puntata sono state girate direttamente nei siti culturali dove ad Alghero è possibile immergersi nelle esperienze ludiche e scoprire la città: nella Torre San Giovanni per l’installazione interattiva “Digital canvas“, al Museo Archeologico e al Nuraghe Palmavera per “CollezionAlghero“, in tour per il centro storico seguendo il “Playful itinerary” e altre esperienze di esplorazione urbana realizzate nell’ambito del progetto.

 

Play Alghero è il sistema di giochi realizzato nell’ambito dell’iniziativa europea MED GAIMS GAmifIcation for Memorable tourist experienceS finanziata dal programma ENI CBC MED 2014-2020, volto a rivoluzionare la tradizionale visita ai siti culturali utilizzando la gamification per innovare e rendere unica l’esperienza sul territorio. Ripensando il modo di raccontare la città, rendendola attraente a chi desidera scoprirla attraverso il gioco, creando un nuovo rapporto con cittadini e visitatori che diventano parte attiva della narrazione, passando da essere spettatori a “spettAttori”.

 

Durante la puntata, il conduttore Emilio Casalini prova in prima persona i giochi disponibili, cimentandosi in una sfida tra squadre nei vicoli di Alghero, si misura con i più piccoli in ricostruzioni digitali, vive una storia dentro un videogioco, scopre un nuraghe con le figurine e la leggenda di un antico navigatore grazie ad un codice cifrato. “PlayAlghero è diventato un caso studio internazionale ed un modello da seguire per l’emergente turismo videoludico. Quasi tre miliardi di persone nel mondo che si riconoscono e dedicano ore della propria giornata al gioco e che trovano in questo progetto una risposta alle loro istanze di partecipazione attiva, interazione, sfida e collaborazione coniugando innovazione e patrimonio culturale”, così suggella l’approdo nella prestigiosa platea il game designer tra i più affermati nel panorama nazionale ed internazionale e coordinatore del progetto, Fabio Viola. Una sfida che la Fondazione intende proseguire nei prossimi mesi, sviluppando ulteriormente l’iniziativa Play Alghero e arricchendola di nuove esperienze grazie ad importanti finanziamenti ottenuti recentemente nell’ambito del Fondo per le piccole e medie città d’arte.

 

Le esperienze ludiche sono disponibili presso i principali siti culturali del territorio e quelle digitali sono scaricabili su App Store e Google Play. Per maggiori informazioni possibile consultare il sito www.playalghero.it


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi