Lunedì 30 Gennaio, aggiornato alle 22:40

Lavoro, al via il 12 e 13 gennaio il Career Day 2023. Due giorni di incontri per mettere in contatto i laureati con le imprese.

Lavoro, al via il 12 e 13 gennaio il Career Day 2023. Due giorni di incontri per mettere in contatto i laureati con le imprese.

Cagliari, 10 gennaio 2023 – Due giorni di incontri, colloqui di lavoro, workshop, seminari e talk. E’ il Career Day l’evento organizzato dall’Università di Cagliari in collaborazione con l’Assessorato del Lavoro e l’ASPAL che si svolgerà il 12 e 13 gennaio al centro congressi della Fiera (ingresso lato CONI) con l’obiettivo di mettere in contatto giovani laureati e studenti con le realtà del tessuto produttivo sardo e nazionale e favorire il loro ingresso nel mondo del lavoro. Il programma del Career Day 2023 è stato presentato, stamane, nel corso di una conferenza stampa nella sala consiglio del Rettorato di Cagliari. Erano presenti per l’Università di Cagliari il prorettore all’innovazione e territorio, Fabrizio Pilo; per la Regione Sardegna l’Assessore del Lavoro, Ada Lai; per l’ASPAL la direttrice generale Maika Aversano.

“Le istituzioni lavorano insieme per lo sviluppo del territorio – ha affermato il prorettore Fabrizio Pilo – La grande novità del Career day 2023 è la collaborazione tra l’Università, la Regione e l’ASPAL. Questo evento è il primo tassello di una serie di iniziative dedicate al mondo del lavoro per dare nuove opportunità ai nostri laureati. Vogliamo lanciare un messaggio positivo ai giovani: dal punto di vista tecnico scientifico le università sarde si collocano ai livello degli altri atenei. L’Università di Cagliari è impegnata a frenare la fuga dei cervelli creando un contesto stimolante per la crescita professionale dei nostri laureati. Una grande sfida a cui non mancano le risorse. La transizione digitale ed ecologica offrirà grandi opportunità non solo ai professionisti delle materie tecnico-scientifiche, ma anche a quelli delle materie giuridiche e agli esperti di comunicazione”.

“I giovani devono essere i protagonisti della nostra società – ha detto l’Assessore del Lavoro, Ada Lai. E’ proprio l’alta formazione che permetterà ai nostri giovani di restare. Il nostro progetto e quello di far ritornare i sardi nell’isola. Dopo l’esperienza acquisita fuori Sardegna, i giovani devono tornare nella loro terra. Spesso, nonostante le competenze apprese, i nostri laureati quando terminano gli studi hanno difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro e scelgono di emigrare alla ricerca di opportunità migliori. Per questo l’assessorato del Lavoro e l’ASPAL stanno lavorando congiuntamente per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro nel territorio. L’ambiente, la sostenibilità e la transizione digitale ed ecologica sono i temi del futuro. Le risorse finanziarie da investire nelle politiche per il lavoro ci sono e abbiamo il dovere di utilizzare al meglio tutte le risorse disponibili: regionali nazionali e comunitarie. Le istituzioni uniscono le loro forze per dare gambe a questi progetti”.

“Il Career day è una grande occasione per creare sinergie importanti con l’Università – ha sottolineato la direttrice dell’ASPAL, Maika Aversano – Con questa iniziativa l’ASPAL intende far conoscere i servizi per il lavoro anche ai giovani con profili più elevati. Le imprese sono pronte ad investire e ad innovare e sono alla ricerca di figure qualificate. All’interno dei nostri centri per l’impiego ci sono figure specializzate in grado di supportare i laureati per orientarli ad una carriera professionale corrispondente alle competenze acquisiste. Puntiamo sulle politiche attive per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro offrendo un servizio di orientamento che si integra con quello di job placement offerto dall’Università”.

Saranno più di ottanta le imprese presenti in Fiera pronte a conoscere i professionisti del futuro. Ma nei due giorni di evento ci sarà spazio anche per sei workshop, due seminari e un talk. Interverranno professori, imprenditori e esperti. L’iniziativa, giunta alla seconda edizione, sarà incentrata principalmente sui temi della transizione ecologica e digitale. Si parlerà, tra le altre cose, delle nuove professioni, mobilità transazionale, ricerca attiva di lavoro, personal branding e web reputation. Sia il 12 che il 13, dalle 9 alle 17, saranno disponibili le postazioni informative dell’Università di Cagliari e dell’ASPAL per illustrare servizi e opportunità del mondo del lavoro. Inoltre in entrambi i giorni, dalle 15 alle 17, sarà possibile presentarsi agli stand delle aziende per avere informazioni o per presentare il proprio curriculum vitae anche se non si è stati convocati per un colloquio di selezione. Il Career day si concluderà il 13 gennaio alle 17 con i saluti istituzionali, l’inaugurazione dell’evento #UniCaGreen e la proclamazione dei vincitori delle sfide, una delle novità di questa edizione: alcune aziende, infatti, nelle scorse settimane hanno proposto dei temi e invitato studenti e laureati a proporre soluzioni. Tra i premi, tirocini e percorsi di affiancamento in azienda.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi