Lunedì 30 Gennaio, aggiornato alle 21:50

Trafico internazionale di Droga – La GdF arresta un italiano che trasportava 9 panetti di hashish e cocaina nella valigia

Trafico internazionale di Droga – La GdF arresta un italiano che trasportava 9 panetti di hashish e cocaina nella valigia


Nell’ambito dei servizi di vigilanza istituiti all’interno degli spazi doganali dell’Aeroporto di Cagliari Elmas, i Finanzieri del 1° Nucleo Operativo Metropolitano Cagliari e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane – S.O.T. Elmas hanno tratto in arresto un soggetto che trasportava, all’interno del bagaglio 9 panetti di hashish, per un peso complessivo di 965 gr. e due bustine di plastica contenti cocaina per un peso complessivo di 135 gr.
L’attività di controllo quotidianamente espletata dalle Fiamme Gialle e dai Funzionari Doganali in servizio all’aeroporto mira all’individuazione dei potenziali target nei cui confronti indirizzare una specifica e più approfondita opera di controllo: l’esame delle diverse informazioni acquisite durante il controllo del territorio, l’analisi dei flussi dei viaggiatori con puntuale riferimento tanto all’aeroporto di partenza dei voli quanto alla frequenza dei viaggi effettuati, consente di definire un perimetro di azione definito.
In data 17 dicembre 2022, i Finanzieri e i Funzionari Doganali hanno individuato un cittadino italiano, residente a Cagliari, proveniente da Barcellona. Tramite l’ausilio delle unità cinofile, gli operanti hanno rinvenuto all’interno del bagaglio da stiva, appena ritirato dal nastro trasportatore nella sala “Arrivi Internazionali”, il quantitativo di sostanza stupefacente sopra citata, che, sottoposta ai test reagenti speditivi dava esito positivo, onfermando che si trattava effettivamente di cocaina e hashish.
A seguito di autorizzazione rilasciata dal P.M. di turno, gli operanti procedevano alla perquisizione presso il domicilio del responsabile, sito nel quartiere San Benedetto di Cagliari. All’interno dell’abitazione i finanzieri e i  doganieri rinvenivano e sottoponevano a sequestro un bilancino di precisione e svariate centinaia di bustine di
plastica.
Il soggetto è stato tratto in arresto in violazione dell’art. 73 D.P.R. 309/1992 (“Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope”) e associato alla Casa Circondariale di Uta.
L’attività di servizio si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo assicurata dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli a contrasto dei traffici illeciti che interessano il territorio nazionale e comunitario.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi