Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 22:50

Regione in campo contro lo spopolamento, interventi a favore di imprese, autonomi e partite Iva

Regione in campo contro lo spopolamento, interventi a favore di imprese, autonomi e partite Iva

Spopolamento, misura per le attività produttive estesa anche a lavoratori autonomi e professionisti. Il Presidente Solinas: “Regione vicina ai Comuni più fragili”

Supportare lo sviluppo imprenditoriale nei piccoli comuni rientra nel quadro degli interventi messi in campo per favorire la crescita dei territori più fragili e intervenire contro lo spopolamento e l’isolamento”, ha proseguito il Presidente Solinas.
Il bando relativo alle attività produttive nei comuni sotto i 3mila abitanti verrà pubblicato a gennaio, in maniera tale da abbracciare tutta l’annualità del 2022 fino al 31 dicembre (il riferimento della misura è infatti l’anno 2022, a cui con l’aggiunta della legge omnibus andranno 40 milioni di euro).

Cagliari, 10 dicembre 2022 – L’intervento della Regione in favore delle attività produttive nei Comuni a rischio spopolamento comprenderà non solo le attività svolte dalle imprese ma anche quelle svolte dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti. “Interveniamo dando un ulteriore segnale di attenzione ai territori”, spiega il Presidente della Regione, Christian Solinas. “Supportare lo sviluppo imprenditoriale nei piccoli comuni rientra nel quadro degli interventi messi in campo per favorire la crescita dei territori più fragili e intervenire contro lo spopolamento e l’isolamento”, ha proseguito il Presidente Solinas.
Il bando relativo alle attività produttive nei comuni sotto i 3mila abitanti verrà pubblicato a gennaio, in maniera tale da abbracciare tutta l’annualità del 2022 fino al 31 dicembre (il riferimento della misura è infatti l’anno 2022, a cui con l’aggiunta della legge omnibus andranno 40 milioni di euro).
La convenzione con la Camera di commercio di Sassari che fa da capofila delle Camere di commercio della Sardegna per svolgere l’attività istruttoria e l’erogazione delle sovvenzioni è già stata sottoscritta con una novità sostanziale rispetto alla misura originaria: l’allargamento della platea dei beneficiari. È proprio per andare incontro a questa esigenza che con la legge Omnibus sono state stanziate ulteriori risorse nel triennio 22-24, facendo passare lo stanziamento da 60 a 120 milioni (20 milioni in più ad anno). Complessivamente, con l’ultima variazione di bilancio le risorse stanziate dalla Regione contro lo spopolamento attraverso le tre principali linee d’azione (bonus nascita, agevolazioni per le attività produttive, mutui prima casa) sono salite a 225 milioni. Alla misura in favore delle attività produttive, a partire dal 2023 si aggancia quella di accompagnamento delle imprese (comprese le nuove) che prevede, appunto dal prossimo anno, un contributo nella forma del credito d’imposta fino al 40% delle imposte versate, con il fine di sgravare le attività economiche dagli elevati costi dell’imposizione fiscale.
“L’obiettivo che ci eravamo posti a inizio Legislatura era quello di combattere attivamente lo spopolamento e l’isolamento dei territori, una piaga diffusa in tutto il territorio regionale ma più marcata in alcune aree – spiega l’Assessore del Bilancio, Giuseppe Fasolino – Oggi stiamo lavorando per portare a compimento questo progetto e accompagnare la rinascita dei piccoli Comuni sardi che senza un intervento della Regione rischiavano di scomparire”.

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi