Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 22:50

Disagi nella Farmacia del Marino – Marco Tedde (FI): non bastano promesse di assunzioni, occorrono soluzioni immediate

Disagi nella Farmacia del Marino – Marco Tedde (FI): non bastano promesse di assunzioni, occorrono soluzioni immediate

Alleghiamo un breve comunicato sui forti disagi sofferti dai cittadini algheresi per la riduzione dei giorni di apertura della farmacia dell’Ospedale Marino di Alghero.

Alghero, 02 dicembre  2022 – “Non è più tollerabile che la farmacia dell’Ospedale Marino di Alghero rimanga aperta un solo giorno alla settimana”-. Ancora una volta il Consigliere regionale di Forza Italia e membro della Commissione sanità Marco Tedde torna sul tema del nuovo orario di apertura al pubblico del servizio di farmacia ospedaliera presso l’Ospedale Marino, che da cinque giorni a settimana è passato a uno solo. Un servizio vitale per tutti gli ammalati che hanno necessità di ausili prescritti sulla base di un piano terapeutico. “Il nuovo orario costringe i cittadini, per lo più anziani ed ammalati, a  code da terzo mondo. E la maggior parte di questi cittadini che per ore debbono attendere il loro turno sono purtroppo affetti da patologie croniche -sottolinea Tedde-“.  Il consigliere regionale ancora una volta denuncia che non sono sufficienti le promesse di assunzione di venti farmacisti. “Ribadiamo che al di là dei tempi lunghi e incerti venti nuovi farmacisti spalmati su tutta la Regione costituiscono un numero purtroppo insufficiente e per certi versi risibile -attacca l’ex sindaco di Alghero”. Secondo l’esponente di F.I occorre dire basta a questa anacronistica situazione di precarietà. Ribadiamo la necessità che ARES dia la possibilità alle farmacie private di distribuire i farmaci e i presidi medici. “Conosciamo la competenza del nuovo assessore Doria e siamo ragionevolmente certi che questa volta la segnalazione verrà accolta. Occorre poco per dare puntuali e precisi indirizzi politici ad ARES affinché rafforzi l’accordo con Federfarma per consentire alle farmacie convenzionate di distribuire capillarmente  i farmaci necessari per i piani terapeutici. “Pensiamo anche a soluzioni strategiche in tempi più lunghi -commenta Tedde-. Ma occorre intervenire oggi per dare un indispensabile servizio agli ammalati e per alleviare le loro sofferenze. Non nascondiamo la testa sotto la sabbia sperando che l’opinione pubblica metabolizzi la dimensione del problema. Progettiamo e programmiamo per la sanità algherese prospettive strategiche. Ma con urgenza si mettano in campo soluzioni immediate.  La sanità algherese ha seri problemi, in relazione ai quali non è serio  voltare il capo all’indietro per vincoli di coalizione -chiude Tedde-.”

nella foto i disagi dell’utenza in fila

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi