Venerdì 3 Febbraio, aggiornato alle 23:14

Area Marina Protetta: da Gennaio 2023 si ritorna a pescare nella Baia di Porto Conte ( con alcune eccezioni). Il Protocollo è secretato

Area Marina Protetta:  da Gennaio 2023 si ritorna a pescare nella Baia di Porto Conte ( con alcune eccezioni). Il Protocollo è secretato

Dopo il nostro articolo di oggi (LEGGI), da parte del Servizio di Comunicazione del Sindaco, arriva una nota stampa che di seguito riportiamo. Si annuncia, fra le altre cose la riapertura della pesca da Gennaio 2023 nella Baia di Porto Conte. Si parla di eccezioni in periodi specifici, ma non se fa parola. Il Protocollo, nel dettaglio , di fatto è  secretato. Si legge nella nota:

Ieri a Porta Terra si è svolto l’incontro tra il Sindaco Mario Conoci, il Direttore del Parco Naturale di Porto Conte Mariano Mariani e una delegazione di rappresentanti dei pescatori locali, in occasione della presentazione di una nuova proposta dell’Area Marina Protetta per la stagione 2023, con l’obiettivo di mediare fra le diverse esigenze ambientali e produttive di entrambe le parti.

Le novità più importanti contenute nel protocollo riguardano la riapertura della pesca nella Baia di Porto Conte dal 1 Gennaio 2023 al 31 Dicembre 2023, per tutti gli attrezzi da pesca, con alcune eccezioni in periodi specifici, inoltre, la proposta per l’immediato coinvolgimento dei pescatori in due progetti dell’Area Marina Protetta recentemente finanziati dal MIPAAF. Con l’attuazione di questi programmi potrà essere riconosciuto ai pescatori un corrispettivo in merito ai servizi che potranno assicurare per il ripopolamento del riccio di mare e il monitoraggio della pesca professionale nell’Area Marina Protetta.

“Un tavolo di confronto produttivo in un clima di piena collaborazione tra Amministrazione, Parco di Porto Conte gestore dell’Area Marina protetta e pescatori locali – afferma il Primo Cittadino – la necessità è quella di contemperare le diverse esigenze tra Area Marina Protetta, che è un’Istituzione di carattere Ministeriale e deve quindi operare all’interno di determinate regole, e la nostra marineria, che produce e lavora grazie alle risorse del nostro mare.” – conclude il Sindaco Mario Conoci.
Il confronto continuerà nei prossimi, incontri previsti dalle parti per l’analisi del protocollo proposto e la ricerca di un accordo. 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi