Lunedì 28 Novembre, aggiornato alle 10:03

Sentenza della Corte d’Assise di Sassari, ergastolo più 18 mesi di isolamete per Massimiliano Farci: è l’omicida di Speranza Ponti

Sentenza della Corte d’Assise di Sassari,  ergastolo più 18 mesi di isolamete per Massimiliano Farci: è l’omicida di Speranza Ponti

Alle 14,40 di oggi arriva la sentenza per Massimiliano Farci : ergastolo più un anno e sei  mesi di isolamento diurno in carcere, e risarcimento alle parti civili .

La richiesta di condanna presentata alla Corte d’Assise di Sassari dai Pm  Beatrice Giovannetti e Angelo Beccu contro Massimiliano Farci, 55 anni di Assemini, accusato dell’omicidio della compagna, Speranza Ponti, morta il 5 dicembre 2019 ad Alghero, è stata accolta dal Giudice Zaniboni.

Per la Procura di Sassari Massimiliano Farci, condannato  all’ergastolo per l’uccisione nel 1999 dell’imprenditore Renato Baldussi di San Sperate – ma dal 2017 godeva dello stato di  semilibertà e gestiva una  pizzeria ad Alghero in via XX Settembre – ha ucciso la compagna per questioni economiche

Le indagini,  sin dall’inizio, sono state svolte dal nucleo Operativo  dei Carabinieri di Alghero.

Il corpo della donna era stato trovato nella collina di Monte Carru dai Carabinieri di Alghero (LEGGI), e  il 19 Febbraio del 2020 era stato accertato fossero suoi i resti rinvenuti, dopo accurate indagini da parte dei Ris (LEGGI), corpo  rinvenuto  in mezzo alla macchia mediterranea (LEGGI).  La donna nativa  di Uri era scomparsa da Alghero il 6 dicembre.

Dell’occultamento del cadavere, come noto è stato indagato da subito, il compagno della donna, Massimiliano Farci, che ha sempre sostenuto che Speranza si fosse suicidata, e che lui non ha fatto altro che portarla in quel punto alla periferia della città, perché a lei piaceva considerata la vista e il panorama nel golfo di Alghero.

“L’omicidio di Speranza Ponti è stato aggravato dai futili motivi, è stato eseguito con modalità raccapriccianti, e il corpo della donna è stato gettato tra i cespugli e ricoperto di rifiuti” aveva sostenuto la PM  la PM Beatrice  Giovannetti , e l’altro PM Angelo Beccu ha sostenuto “Dimentichiamo la donna depressa e insicura che Farci ha voluto descrivere, dimentichiamo le fandonie sul suicidio e la macabra messinscena”.

Il giudice Massimo Zaniboni ha accolto le richieste dei due Pm è ha emesso la sentenza: ergastolo più 18 mesi di isolamento diurno in carcere, e risarcimento alle parti civili.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi