Lunedì 30 Gennaio, aggiornato alle 22:40

Ancos Confartigianato Cagliari supporta imprenditori, anziani e cittadini nella “rivoluzione digitale”

Ancos Confartigianato Cagliari supporta imprenditori, anziani e cittadini nella “rivoluzione digitale”

SERVIZI DIGITALI – Dal bonus 200 euro alla firma digitale passando per
la PEC e lo SPID. Ancos Confartigianato Cagliari supporta
imprenditori, anziani e cittadini nella “rivoluzione digitale”. Tanti
servizi gratuiti per l’inclusione digitale.

Richiedere il bonus da 200 euro per artigiani e imprenditori? Attivare
lo SPID, la carta nazionale dei servizi, quella d’identità elettronica
o la firma digitale certificata? Creare una mail, la Pec o un conto
Paypal? Accedere al fascicolo sanitario, al servizio Pago PA e all’app
IO? E magari riuscire a prenotare il ticket alle Poste per evitare la
fila, fare la spesa on line e chattare tramite Whatsapp?

Sono solo alcune delle necessità che imprenditori e comuni cittadini,
in primis gli anziani, potranno soddisfare grazie ai servizi messi a
disposizione dalla Confartigianato Sud Sardegna, attraverso l’ANCOS
Cagliari, l’Associazione di promozione sociale di Confartigianato, e
al Servizio Civile Digitale, con lo “Sportello di supporto digitale”.

Per accedere ai servizi, completamente gratuiti, è necessario
prenotarsi al 3486148981, oppure mandare una mail a
digitaldivide.sv@gmail.com, e portare la carta d’identità e il codice
fiscale. Gli uffici di via Riva Villasanta 241 a Pirri, saranno a
disposizione il lunedì e mercoledì dalle 15.00 alle 18.00 e il giovedì
e venerdì dalla 9 alle 13.00.

“La rivoluzione digitale è una realtà attuale e irreversibile che
ormai è dentro ogni attività personale o imprenditoriale – afferma
Fabio Mereu, Presidente di Confartigianato Sud Sardegna -un
cambiamento che ha modificato profondamente tutte le dinamiche di
accesso ai servizi e di loro fruizione”

Innegabili sono i vantaggi che questa rivoluzione ha portato, come
velocità e facilità di accesso alle informazioni ma altrettanto
indiscutibili sono le difficoltà d’accesso, e di utilizzo, delle
tecnologie digitali.

“In quest’ottica, come Confartigianato e Ancos, attraverso il Servizio
Civile Digitale – conclude PierPaolo Spada, Segretario di
Confartigianato Sud Sardegna – abbiamo ideato un servizio per
l’inclusione digitale, per supportare tutta la popolazione, dagli
imprenditori ai comuni cittadini, nell’uso di alcuni dei più
importanti servizi e per favorire la diffusione delle competenze
digitali presso la cittadinanza”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi