Sabato 26 Novembre, aggiornato alle 22:56

Copagri Nord Sardegna, l’Agronomo Paolo Ninniri confermato Presidente

Copagri Nord Sardegna, l’Agronomo Paolo Ninniri confermato Presidente

CONGRESSO COPAGRI NORD SARDEGNA – L’AGRONOMO PAOLO NINNIRI CONFERMATO PRESIDENTE – ELETTO IL NUOVO CCONSIGLIO TERRITORIALE FORMATO DA NUMEROSI GIOVANI.
27 SETTEMBRE 2022 – Si è svolto a Sassari , venerdì scorso, nei locali della Scuola Edile di Predda Niedda, il 2° congresso territoriale della Copagri Nord Sardegna, che a oggi vanta circa 500 aziende iscritte. Numerose le problematiche dell’agricoltura discusse;in particolarequelle conseguenti alla guerra in essere che ha determinato il rincaro dei prezzi del gasolio e dell’energia elettrica e complessivamente dei mezzi di produzione, i limiti dovuti alla polverizzazione e frammentazione aziendale, lo scarso peso di alcuni settori, vedi ortofrutta e apistico, sino all’abbandono dei terreni delle aziende di proprietà della Regione in “Surigheddu e Mamuntanas”, le tematiche legate alla gestione dei comprensori irrigui di competenza dei Consorzi di Bonifica. Tutti argomenti minuziosamente toccati dal Presidente Paolo Ninniri nella sua relazione
introduttiva. Ninniriha inoltre evidenziato gli obbiettivi che Copagri si pone per il prossimo quadriennio:
Incentivare il ricambio generazionale formando i giovani;
potenziare i servizi offerti e l’attività di informazione nel territorio;
Programmare servizi atti ad incentivare vecchie e nuove produzioni competitive quali grano, soia,
legumi, frutta secca, sviluppando le coltivazioni biologiche secondo l’indirizzo comunitario , e
rafforzando l’identità del prodotto Sardegna.
Organizzazione di Mercatini comunali e provinciali
Coinvolgere i produttori nell’utilizzo delle risorse del PNRR indirizzate per esempio verso la
realizzazione di contratti di filiera e di distretto e la produzione di energie rinnovabili;
Contribuire a contrastare lo spopolamento delle zone interne anche attraverso un piano di
valorizzazione delle terre pubbliche sotto utilizzate o abbandonate, come quelle di “ Surigheddu e
Mamuntanas “;
Favorire lo sviluppo dell’ agricoltura sociale;
Favorire il dialogo tra i consorzi di bonifica del Nord Sardegna al solo fine di fornire l’acqua a prezzi
concorrenziali con la contrazione dei costi , iniziando ad unificare i servizi tecnici, contabili e paghe;
A presiedere il Congresso il direttore regionale della Copagri Sardegna Pietro Tandeddu che, nel suo intervento, dopo aver sottolineato la rapida crescita della Copagri Nord Sardegna, ha ripreso le tematiche sollevate da Ninniri, evidenziando i mutamenti intervenuti nell’agricoltura sarda, i limiti strutturali che ancora la caratterizzano e indicando le linee che Copagri Sardegna intende perseguire per il loro superamento ( aumento della produzione, obiettivo qualità, crescita del biologico, aggregazione dell’offerta, internazionalizzazione, allargamento della multifunzionalità, il completamento del “ piano irriguo regionale”, la concretizzazione di misure atte a contrastare i mutamenti climatici, il consumo del suolo. Ha inoltre sottolineato la scarsa attenzione delle istituzioni verso il settore agricolo, l’assenza di una serio confronto e di concertazione con la Regione se non nei momenti emergenziali, come nella fase di discussione della nuova politica comunitaria, l’assenza di una visione strategica , la necessità che la Regione si doti di una “legge di orientamento” , l’urgenza di una rivisitazione delle agenzie agricole per eliminare ritardi e lentezza della spesa ormai inaccettabili.
Diversi gli interventi tra gli associati. Per ultimo l’intervento di Tore Piana, già vice-presidente di Copagri Sassari che, in qualità di presidente del Centro Studi Agricoli, si è soffermato in particolare sulla nuova PAC e sul nuovo “PSR” Sardegna, che verrà introdotto dal 1 Gennaio 2023, e sulla situazione dei bandi dell’Agrisolare e dell’Agrivoltaico. Al termine della partecipata riunione, è stato eletto il nuovo Consiglio Territoriale nelle
persone di Paolo Ninniri, Paolo Manconi allevatore di Ozieri , Marco Sanna, Daniela Boi, Giovanni Ninniri, LeonardoPulinas, , Antonio Marras, Antonio Chessa, Giuliano Oggiano, Marco Arcadu. Il nuovo Consiglio ha provveduto, seduta stante, ad eleggere la presidenza provinciale confermando Paolo Ninniri come presidente e nominando Paolo Manconi vice.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi