Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 14:45

Serve un piano Regionale di abbattimento per cinghiali e ungulati in genere

Serve un piano Regionale di abbattimento per cinghiali e ungulati in genere

Comunicazione

Alghero 9 settembre 2022Non solo continui danni agricoli o incidenti stradali, ma è sempre più evidente il pericolo ambientale e di salute pubblica derivante dalla presenza urbana extra urbana dei cinghiali e Ungulati. Giovedì 8 Settembre convocata la commissione Ambiente – afferma Christian Mulas Presidente propria di questa Commissione, che prosegue:

Serve un piano Regionale di abbattimento controllato di fronte alla proliferazione dei cinghiali che riguarda ormai in tutta l’Isola dove sono saliti  gli esemplari che rappresentano un pericolo per la sicurezza dei cittadini, per le attività agricole .“Bisogna far presto sull’emergenza cinghiali e Ungulati. Serve un intervento normativo urgente, in quanto sono sempre più evidenti i rischi, sia di salute pubblica che per le attività delle imprese, nel procrastinare i provvedimenti di gestione della fauna selvatica anche in relazione al diffondersi delle malattie, dichiara il presidente della commissione consiliare Christian Mulas.
“Stiamo chiedendo sostegno alla  Regione per contribuire in maniera efficace al controllo dei cinghiali e di altre specie di ungulati.
Oggi siamo di fronte a una emergenza che deve essere risolta mettendo in campo tante risorse per salvaguardare il territorio e soprattutto prevenire gli incidenti stradali nel territorio, ora c è la necessità di avviare un provvedimento che permetta di controllare l’espansione dei cinghiali e di altre specie di ungulati.
Ormai non si tratta solo dei continui danni agricoli o degli incidenti stradali provocati da questi animali , ma è sempre più evidente il pericolo ambientale e di salute pubblica derivante dalla presenza dei cinghiali e del  rischio del diffondersi della peste suina africana.
Gli interventi potrebbero invece migliorare le attività di controllo della fauna selvatica da parte della Regione. Su questo abbiamo riscontrato inoltre una piena sintonia anche con il Direttore e Presidente del Parco di Porto Conte, ma soprattutto con il corpo della Forestale e dei Barracelli, che quotidianamente sono tenuti ad intervenire sui luoghi degli incedenti causati da questi Ungulati.

“Serve responsabilità delle Istituzioni per un intervento immediato e capillare di contenimento della popolazione dei cinghiali lungo tutto il territorio locale e regionale – chiede il presidente della Commissione Christian Mulas – la necessità della loro riduzione numerica attraverso le attività venatorie, le azioni di controllo della legge 157/92 con l’articolo 19 e le azioni programmabili nella rete delle aree protette. Siamo infatti costretti ad affrontare una grave emergenza – precisa il presidente Mulas– è mancata l’azione di prevenzione come abbiamo ripetutamente denunciato lo scorso anno. A preoccupare  – continua Mulas – è l’immobilismo delle Istituzioni dopo i numerosi incidenti stradali  causati da questi animali. Gli interventi di contenimento devono avere come obiettivo il ripristino di un rapporto equilibrato ed ambientalmente compatibile con l’ambiente , a tutela delle altre specie, conclude Christian Mulas Presidente della commissione Ambiente


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi