Martedì 31 Gennaio, aggiornato alle 23:09

Verso le elezioni del 25 Settembre – Le liste presentate hanno tutti i nomi noti, sono le segreterie che hanno deciso. Il voto? una ratifica.

Verso le elezioni del 25 Settembre –  Le liste presentate hanno tutti i nomi noti, sono le segreterie che hanno deciso. Il voto? una ratifica.

Ieri Lunedì 22 agosto alle ore 20 è scaduto il termine per presentare le liste in vista delle elezioni politiche del 25 settembre. I partiti hanno fatto le ultime scelte, considerando anche che con il taglio dei parlamentari previsti nella prossima legislatura ci saranno 400 deputati e 200 senatori eletti, contro gli attuali 630 e 315.

La nonostante gli squilli di tromba che arrivano nelle orecchie di tutti gli italiani, a ben vedere la classe politica non si è rinnovata: ci sono tutti, i vecchi e i rientranti, con qualche eccezione per i “tagliati”.

La democrazia italiana, inutile girarci attorno, è diventata una gestione dei partiti. Loro e le segreterie decidono chi nominare, e dove avendo le maggiori garanzie di riuscita. La chiamata al voto dagli italiani, di fatto, si riduce a una ratifica delle decisioni prese dai partiti e dalle loro segreterie. Nessuna garanzia per le espressioni locali, del territorio, su tutto garantisce il partito. E diventa un esercito di nominati, spostati con meticolosità scientifica laddove la garanzia di essere eletti è più alta. Votati per modo di dire, perché, come detto, la votazione è una sorta di ratifica delle decisioni prese.

Un sistema elettorale, il rosatellum” definito “tossico” alla fine intossica anche la partecipazione al voto del 25 Settembre. Sarà una chiamta a ratifica.

Il nuovo sistema elettorale prevede una quota di eletti con il sistema maggioritario e una
quota con il sistema  proporzionale. Nello specifico 147 deputati e 74 senatori saranno scelti nei collegi uninominali. In ogni collegio verrà eletto il candidato più votato, anche per un solo voto in più.
Gli altri 245 seggi alla Camera e 122 al Senato – verranno invece ripartiti secondo il sistema proporzionale, ossia divisi tra i partiti a seconda dei risultati percentuali ottenute da ciascuna lista. C’è però una soglia di sbarramento da superare. Il tetto è fissato al 3% per le liste che partecipano da sole e al 10% per
le coalizioni.

ECCO I CANDIDATI NEI COLLEGI UNINOMINALI

Deputati
Cagliari Città Metropolitana: Ugo Cappellacci Forza Italia, Andrea Frailis Partito democratico, Mauro Congia M5s, Franco Stara Terzo Polo, Roberta Moro Italexit, Claudia Ortu De Magistris, Nicola Sanna Italia Sovrana e Popolare, Mario Aresu Vita, Alfredo Riccardi Partito Animalista, Mario Friargiu Partito Comunista Italiano.

Sulcis-Medio Campidano: Gianni Lampis Fratelli d’Italia, Franca Fara Partito democratico, Loredana La Barbera M5S, Alberto Cacciarru Terzo Polo, Tiziana Balestrini Italexit, Sabrina Milanovic De Magistris, Claudio Seda Italia Sovrana e Popolare, Michela Benatti Vita, Antonella Saddi Animalisti, Ivan Fadda Pci.

Nuoro-Oristano: Barbara Polo Fdi, Michele Piras Pd, Emiliano Fenu M5s, Stefano Coinu Terzo Polo, Roberto De Cicco Italexit, Gian Franca Salvai De Magistris, Valeria Soru Italia Sovrana e Popolare, Stefano Pellegrino Vita, Efisio Francesco Carboni Animalisti, Valentina Minimin Pci.

Sassari-Olbia: Dario Giagoni Lega, Carla Bassu Pd, Mario Perantoni M5s, Maria Giovanna Pedoni Terzo polo, Roberto Luppu Italexit, Andrea Lai De Magistris, Annarella Casu Italia Sovrana e Popolare, Giovanni Ecca Vita, Manuela Chia Animalisti, Michela Piras Pci.

Senato
Nord Sardegna: Marcello Pera FdI, Gavino Manca Pd, Marcello Cherchi M5s, Valerio Zoccheddu Terzo Polo, Gavino Fonnesu Italexit, Lucia Brocca De Magistris, Patrizia Piras Italia Sovrana e Popolare, Alessandro Goffi Vita, Lucia Alimonda Animalisti, Emilia Meloni Pci.

Sud Sardegna: Antonella Zedda Forza Italia, Maria Del Zompo Pd,, Sabrina Licheri M5s, Claudia Medda Terzo Polo, Antonella Atzei Italexit, Giovanni Fancello De Magistris, Nicola Di Cesare Italia Sovrana e Popolare, Maria Luisa Businco Vita, Andrea Meloni Animalisti, Natalino Deriu Pci.

COLLEGI UNICI PROPORZIONALE

Camera dei Deputati
Lega-Psd’Az: Lina Lunesu, Nanni Lancioni, Giulia Solinas, Ivan Cermelli.
Fratelli d’Italia: Salvatore Deidda, Paola Frassinetti, Francesco Mura, Manuela Lai.
Noi Moderati: Stefano Tunis, Renata Mura, Francesco Quargnenti, Lucia Scano.
Forza Italia: Pietro Pittalis, Ada Lai, Ugo Cappellacci, Pasqualina Bardino.
Partito democratico: Silvio Lai, Romina Mura, Francesco Lilliu, Carla Bassu.
Verdi-Sinistra: Francesca Ghirra, Alessandro Marcellino, Giulia Andreozzi, Roberto Uzzau.
Impegno Civico: Luigi Di Maio, Rosa Maria Argiolas, Francesco D’Uva, Dalila Nesci.
Terzo Polo: Elena Bonetti, Giuseppe Luigi Cucca, Laura Pinna, Francesco Chessa.
Italexit: Gianmario Muggiri, Shaila Cappuccio, Jonata Cancedda, Marina Tolu.
M5s: Alessandra Todde, Emiliano Fenu, Mario Perantoni, Susanna Cherchi.
De Magistris: Giulia Suella, Piero Mura, Veronica Secci, Silvio Keivan Nemati Fard.
Italia Sovrana e Popolare: Stefano D’Andrea, Valeria Soru, Claudio Seda, Annarella Casu.
Vita: Stefano Pellegrino, Annalisa Porru, Mario Aresu, Michela Benatti.
Gilet Arancioni: Antonio Pappalardo, Sebastiano Abozzi, Elena Ena, Giulia D’Alessandro.
Animalisti: Manuela Chia, Alfredo Riccardi, Antonella Saddi, Efisio Francesco Carboni.
Partito Comunista Italiano: Mario Friargiu, Valentina Mirimin, Luigi Manca, Michela Piras.

Camera de Senato
Lega-Psd’Az: Carlo Doria, Roberta Loi, Michele Ennas.
Forza Italia: Angelo Cocciu, Rita Ragatzu, Luigi Mureddu.
Fratelli d’Italia: Antonella Zedda, Giovannino Satta, Federica Porcu.
Noi Moderati: Toti Deriu, Carla Cuccu, Andrea Floris.
Alleanza Verdi-Sinistra: Gianni Manca, Lalla Careddu, Renzo Venturoli.
Partito democratico: Marco Meloni, Maria Del Zompo, Antonio Solinas.
Più Europa: Nicola Carboni, Ignazia Concas, Cristiano Marcatelli.
Impegno Civico: Luciano Cadeddu, Ramona Mirella Ilau, Sergio Vaccaro.
Terzo Polo: Guido Garau, Elvira Evangelista, Maurizio Cerniglia.
M5s: Ettore Licheri, Sabrina Licheri, Gianluca Lai.
Italexit: Giovanni Nurra, Tamara Di Iorio, Fabio Viviani.
Italia Sovrana e Popolare: Anna Paola Usai, Samuele Mereu, Patrizia Piras.
Unione Popolare con De Magistris: Teresa Concu, Antonio Satta, Asmaa Oug.
Vita: Maria Luisa Businco, Alessandro Goffi.
Partito Animalista: Lucia Alimonda, Andrea Meloni.
Gilet Arancioni: Paolo Puddu, Debora Granato, Roberto Contu.
Partito Comunista Italiano: Natalino Deriu, Emilia Meloni.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi