Lunedì 30 Gennaio, aggiornato alle 20:30

Servizio di Igiene Urbana in Commissione, Mulas : “non è idoneo alle mutate esigenze della città”

Servizio di Igiene Urbana in Commissione, Mulas :  “non è  idoneo alle mutate esigenze della città”

Servizio di Igiene Urbana, al lavoro per il prossimo appalto con attenzione alla crtiticà attuali da superare . Seduta di ieri della Commissione Ambiente, difficoltà  del servizio di igiene urbana e soluzioni per migliorare i risultati 

 

Alghero, 19 agosto 2022 – Commissione Ambiente incentrata sul servizio di igiene urbana in città. Convocata ieri sul tema  dal Presidente Christian Mulas, la commissione ha discusso gli aspetti del servizio contenuti nell’appalto siglato nel 2016. “E’ evidente che il servizio non si dimostra  idoneo alle mutate esigenze della città – ha detto Mulas nella sua introduzione – specialmente nella stagione estiva in cui una città turistica come Alghero cambia letteralmente pelle”. In questi giorni si è assistito a diverse criticità causate da una mole di lavoro eccezionale alla quale gli sforzi compiuti dall’azienda appaltatrice non hanno saputo far fronte compiutamente. Servizio da potenziare e da programmare nel periodo estivo fino al nuovo appalto, secondo quanto è emerso dai lavori della Commissione. Le criticità, è stato evidenziato  nel corso dei lavori, sono determinate da modifiche al servizio che nel 2017 fu orientato in forza sul porta a porta sottraendo interventi destinati precedentemente alla pulizia manuale. In sintesi, i correttivi  necessari per il futuro sarebbero quelli destinati ad un attenta programmazione  estiva da Giugno ai primi di ottobre; orario di inizio dei lavori da anticipare alle 4,30 / 5:00 anziché alle 06:00 del mattino. E inoltre, più controlli, rinforzo di carrellati per attività e condomini, incremento del personale e dei mezzi.

“Mi è stato chiesto di formulare una proposta per il nuovo appalto, ci sarà molto da scrivere e da recuperare anche in termini economici, spetterà poi alla Commissione decidere quale strada seguire anche per evitare che ci siano scelte poco condivise” conclude l’ Assessore all’Ambiente Andrea Montis.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi