Venerdì 3 Febbraio, aggiornato alle 23:14

Nettezza Urbana, la svolta – L’opposizione pronta al dialogo per un nuovo progetto che restituisca decoro alla città

Nettezza Urbana, la svolta – L’opposizione pronta al dialogo per un nuovo progetto che restituisca decoro alla città

Di seguito una nota dei gruppi consiliari di opposizione – Per Alghero, Futuro Comune, Sinistra in Comune e PD su nuovo appalto igiene urbana. Una chiara presa di posizione su un tema complesso che non può dividere chi amministra la città (LEGGI). Sebbene con ruoli distinti, la nota che di seguito proponiamo, di fatto apre uno scenario nuovo nell’auspicato dialogo fra maggioranza e opposizione. L’obiettivo dichiarato è uno: restituire alla città il decoro smarrito. Ora, per uscire dalle enunciazioni, c’è bisogno, da parte di chi è al governo della città, di dare segnali tangibili. Il primo c’è.

Si legge nella nota :

Il nuovo servizio di raccolta della nettezza urbana ha necessità di condivisione. Per questo come forze di minoranza abbiamo chiesto ed ottenuto la convocazione di una apposita commissione consiliare, a cavallo di ferragosto, alla presenza dell’assessore Montis. Riteniamo che la base di partenza debba essere una proposta, un progetto, un’idea compiuta che deve arrivare dalle forze di maggioranza che amministrano oggi la città. Non si può arrivare al confronto solo con l’elencazione delle problematiche che caratterizzano l’attuale servizio, concepito unitariamente nel 2013 ed entrato in vigore, in virtù dei tempi della gara e delle proroghe conseguenza di ricorsi, solo nel 2017. Un avvio comunque positivo, che aveva dato segnali importanti, col porta a porta integrale, e non solo con la svolta nella raccolta differenziata, ma anche con apprezzabili risultati sulla pulizia della città, almeno fino al 2019 e all’insediamento dell’Amministrazione Conoci.

Una impostazione condivisa nei fatti dall’attuale maggioranza, visto che l’impianto del servizio è stato confermato, al di là delle giustificazioni tardive e del ridicolo ricorso a fantasmi del passato.
Un rapporto con la ditta che ha segnato anche conflittualità e sanzioni, come deve essere tra amministrazione e imprese che svolgono un servizio collettivo lautamente pagato. Senza collateralismi di nessun genere. Esercitando il controllo che deve essere garantito dall’amministrazione comunale. Non solo, ma l’azione della nostra Giunta ha portato l’amministrazione Conoci a vedere riconosciuti solo quest’anno due milioni di euro in più derivanti dall’emersione del sommerso nel 2020, cioè evasori anche totali, spesso non residenti. Risorse che hanno contribuito a un piano economico finanziario diverso rispetto a quello precedente. Ma senza risultati apprezzabili né per le tasche dei contribuenti né per la pulizia della città. Anzi. Ciò che manca è l’autorevolezza nel governare processi complessi. Ma non è il momento della polemica, siamo pronti alla proposta e alla condivisione. Senza confondere le responsabilità distinte, di governo e di opposizione, siamo pronti a discutere un nuovo progetto che restituisca decoro alla città. Ora al lavoro”, conclude la nota a firma dei gruppi consiliari di Per Alghero, Futuro Comune, Sinistra in Comune e PD
foto d’archivio


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi