Mercoledì 10 Agosto, aggiornato alle 16:33

Il Gip convalida il sequestro preventivo del Touch on the Beach ad Alghero

Il Gip convalida il sequestro preventivo del  Touch on the Beach ad Alghero

Il GIP del tribunale di Sassari ha convalidato il sequestro preventivo del Touch on the beach di Alghero. Il locale era stato chiuso la notte tra venerdì 29 e sabato 30 luglio durante un blitz della Polizia amministrativa di Sassari come da noi anticipato (LEGGI). L’operazione di Polizia è spiegata in una nota della Questura che spiega i termini dell’opeerazione, compresi i Corpi che vi hanno partecipato, in una azione congiunta e coordinata.

“Nell’ambito dell’intensificazione dei controlli amministrativi, in data 30.07.2022, il personale della Divisione di Polizia Amministrativa, Sociale e dell’Immigrazione della Questura di Sassari ha proceduto al sequestro preventivo di un noto locale notturno di Alghero, provvedimento che il G.I.P. di Sassari ha convalidato il 2 agosto.

La misura è stata adottata a seguito delle irregolarità riscontrate, in occasione di un controllo effettuato nella notte tra venerdì 29 e sabato 30, dalla Polizia di Stato di Sassari, in collaborazione con personale del Commissariato di Alghero, della Compagnia della Guardia di Finanza di Alghero e della Stazione del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale di Alghero.

In particolare, è risultato che i gestori, deferiti all’Autorità Giudiziaria, eserciterebbero l’attività assenza delle autorizzazioni richieste a tutela dell’incolumità pubblica ed, in particolare, nonostante un provvedimento interdittivo (con ordine di cessazione immediata dell’attività), adottato lo stesso giorno 29 luglio dal Comune di Alghero.

Ciò nonostante, al momento del controllo il locale risultava aperto e con numerosi avventori, sia all’interno che all’esterno della discoteca.

Uno dei titolari è stato, inoltre, denunciato per falso ideologico per alcune dichiarazioni mendaci.

Alla luce di quanto rilevato sul posto, gli organi di polizia stanno procedendo ad ulteriori verifiche di competenza”, conclude la nota della Questura di Sassari.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi