Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 14:45

A chiedere scusa per essere rerocessi in B, il Cagliari umiliato

A chiedere scusa per essere rerocessi in B, il Cagliari umiliato

Spediti li, in 22, davanti a un tribunale sommario, che ad assolverli non ci pensa proprio. I giocatori del Cagliari sotto la curva degli ultras a Venezia, a chiedere scusa. Scusa per essere retrocessi in serie B. Qualcuno sbuffa, qualcuno applaude, qualcuno si sforza di far scendere una lacrima. A secco.

Una decisione presa da chi? Perché pretendere che questi baldi giovanotti, incapaci di mettere a segno un golletto in quel di Venezia , potessero affrontare la rabbia di un popolo che da Cagliari è arrivato sin a Venezia per spingerli verso una salvezza possibile?

Niente da fare! sommersi dagli insulti, le scusa in questo gioco, che strapaga tutti, compresi i ciappini e le mezze scarpette, non ci sono , almeno per ora. Le scuse forse, dovrebbero arrivare da chi, ha creduto nella salvezza affidandosi a una banda di poco concreti, che in porta e arrivato per ben trenta volte, ma oltre proprio non è andata. E retrocede una società, una città e una intera regione con un danno economico rilevante. Ma non si parli a sproposito di sport! Questo è un lavoro, di lusso, fatto di brillantina e tanti tatuaggi, e il Cagliari quest’anno ha sbagliato non solo i lavoratori suoi dipendenti, ma persino il direttore del Lavori, diventati a fine anno tre. Game over, per le scuse se ne riparlerà a forse mai! E dai conti correnti di questi baldi govanotti, si badi bene, la retrocessione non lascerà il segno. Sparpagliati un po di quà e anche di la nella penisola, riprenderanno a giocare mimetizzati in mezzo ad altre formazioni miscelate di buoni talenti e mezze scarpette.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi