Domenica 16 Gennaio, aggiornato alle 22:08

VIDEO – Due anni e mezzo di Amministrazione, Mario Conoci: sono molto soddisfatto del lavoro di squadra, non soffro di ansia da prestazione

VIDEO – Due anni e mezzo di Amministrazione, Mario Conoci: sono molto soddisfatto del lavoro di squadra, non soffro di ansia da prestazione

Conferenza stampa stamattina di Mario Conoci e della sua Giunta. Nella sala conferenze del Quarter il Sindaco ha voluto al suo fianco, gli Assessori, tutti. Cosi con lui c’erano Maria Grazia Salaris, Giovanna Caria, Giorgia Vaccaro, Emiliano Piras, Andrea Montis e Antonello Peru.
In sala persino Consiglieri Comunali, e sono stati notati in mezzo al publico Peppinetto Musu, Antonello Muroni, Monica Pulina e Maurizio Pirisi.
Mario Conoci ha chiamato la stampa, per dimostrare che la sua Amministrazione lavora, produce, nonostante dall’altra parte si cerchi di smontare e sminuire l’attività della maggioranza.
Non solo parole, il Sindaco propone anche gli effetti speciali,  inaugurando di fatto una nuova stagione nella comunicazione. In sala schierata tutta la sua macchina da guerra della comunicazione, segreteria e staff, e in sala viene proiettato un filmato, realizzato anche con l’ausilio di droni,  che in pochi minuti regala le pillole di ciò che si è fatto nell’amministrazione in questi primi due anni e mezzo di mandato. Compreso quello ereditato da chi lo precedeva

“Sono orgoglioso del lavoro sin qui svolto dalla mia Giunta – ha esordito – e ancor di più del lavoro svolto dal Consiglio comunale, più produttivo di quello che mi ha preceduto ( e promette di rivelare anche pe questo i  dati). Ricorda lo stato in cui trovò la macchina burocratica organizzativa, e la rincorsa per mettere su uffici e dirigenti.
Ricorda in che condizione si è trovato per l’avvento della Pandemia: “una esperienza che si può descrivere solo vivendola da  dentro. Costretto a inseguire tutto quanto ci fosse bisogno, i famosi Dpi, accogliendo le donazioni dei privati, perché siamo stati tutti colti di sorpresa”– ha affermato.
E il filmato che ora circola su Instagram e Fb, regala i momenti salienti della suo mandato,. Scorrono i lavori sulla circonvallazione, sul ponte di Fertilia, sul Ponte Serra, nell’ex Cotonificio, nella rotatoria progettata all’ingresso di Alghero, il parcheggio in viale Aldo Moro, e si intravvedono persino le vetture elettriche arrivate con finanziamento ad hoc della Regione e area metropolitana. Spazio alla rimozione delle vetture, rinvenute con almeno 120 esemplari 60 pezzi  delle quali rimosse. E ancora  la sabbia recuperata dalla Posidonia stoccata al Palazzo dei Congressi. Le immagini dentro l’ hub vaccinale che ha dovuto organizzare. Flash anche per gli anziani che presto verranno sistemati al Green hotel, e si procederà con ulteriori 4milioni di all’acquisto di locali da adibire a uffici per i Servizi sociali e non solo. Immagini del Rally ad Alghero, e ancora per l’arrivo del Presidente Mattarella ad Alghero, poi ancora del leader Catalano Puigdemont. Poi ancora l’Adifolk, la presentazione dell’Ecomuseo, degli eventi musicali estivi sul campo di rugby, l’apertura del Cap d’Any. Tutto in un contenitore, miscelato alla buona dove attività politico-amministrativa, progettuale, realizzativa, PR e civetteria, viaggiano insieme.
Una conferenza stampa di oltre un’ora e mezza, che dopo la fase iniziale, ha dato spazio gli assessori uno per uno. Città interessata da opere pubbliche in progettualità e accantierate, è stato detto, per oltre 50 milioni nel triennio, e di circa 20 milioni all’anno.
A sentire gli Assessori, armati di blocco note  delle “cose fatte”, non sarebbe bastata una giornata. Ma la voglia di dire era tanta e il momento ghiotto. A tratti sembrava un percorso fatto di rose e fiori, mancavano solo i botti finali e gli applausi.
Ma Mario Conoci, uomo scafato che della politica conosce anche gli angoli reconditi, cura la comunicazione come pochi, e i messaggi che riesce a veicolare sono dotati anche dai tempi che si impone quando procede: l’attenzione dev’esse massima. Lo pretende anche da suoi Assessori.
Il Sindaco ha persino vestito il ruolo della praticità quando ha citato il suo predecessore che ad inizio di mandato gli aveva confidato che aveva sofferto di ansia di prestazione: “ Io non soffro di ansia da prestazione, perché il nostro lavoro non si vede nel breve,  perché le opere pubbliche progettate hanno bisogno di tempo. Quello che noi abbiamo predisposto, vedrà la partenza del 2023 se tutto va bene, e si concluderà nel 2026. Stiamo procedendo speditamente secondo il programma che ci siamo dati, e i punti salienti sono indiscutibilmente portati a compimento. E’ una lavoro fatto dalla squadra, dal Consiglio Comunale, dalle Società partecipate, dalla Fondazione Alghero, dalla Secal,  in House.
“Non esistono super uomini e non esistono super Sindaci, e anche la rappresentazione di un uomo solo al comando non ci appartengono -ha ribadito Mario Conoci. Ora c’è da condurre in porto questa legislatura, bisogna trovare slancio ed entusiasmo in questi due anni e mezzo che rimangono.
Domani è un altro giorno ed è atteso, lunedì,  dal tavolo di maggioranza, quelle ”spine” che accompagnano le rose, ricordano l’incedere quotidiano.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi