Giovedì 16 Settembre, aggiornato alle 20:15

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Edicions de l’Alguer presenta Cavidani alguerés : parole, suoni e profumi nel Settembre algherese

Edicions de l’Alguer presenta Cavidani alguerés : parole, suoni e profumi nel Settembre algherese

*Cavidani alguerés : parole, suoni e profumi nel settembre algherese , è il titolo della rassegna promossa dall’associazione culturale Edicions de l’Alguer , che presenterà le sue nuove opere editoriali in cinque serate dedicate ad autori e studi algheresi. Il programma si articolerà con due eventi settimanali, durante i quali saranno illustrati gli ultimi libri dell’associazione, seguiti da una degustazione di un vino di una cantina del territorio, guidata dall’esperto enogastronomo Giuseppe Izza.

La rassegna si terrà nell’ex Mercato civico di via Sassari, sotto il patrocinio del l’assessorato alla Cultura del Comune di Alghero e della Fondazione Alghero.

Il primo appuntamento è sabato 18 settembre, alle 17, con Lectiones archivio, e sarà illustrata la nuova collana in coedizione con la Diocesi di Alghero-Bosa. Verranno presentati i nuovi volumi: “Matrimoni sia fet” di Rita Pisoni, con una introduzione del vescovo di Alghero-Bosa,padre Mauro Maria Morfino, “Porgerò l’orecchio a un proverbio” di don Paolo Secchi e le ristampe dei volumi sull’Inquisizione vescovile di Alessandra Derriu. Alle 20,30 il concerto del cantautore algherese Franco Cano Adiòs amor, con Valentino Cubeddu (piano e tastiere), Matteo Malgari (batteria e percussioni) e Daniele Pistis (basso e chitarre). Ospiti della serata saranno Gina Marrosu, Daniela Mulas e Dante Tangianu.

Domenica 19 settembre, alle 19, The human hour – La hora humana, presentazione del volume “Selected poems” di Maria Chessa Lai, una interessante serata in algherese e inglese, con Gavin Brelstaff, traduttore dell’opera e Francesco Ballone dell’Institut d’Estudis Catalans; letture di Orla McGann e Vittoria Anna Perotto. La serata è in collaborazione con l’Institut d’Estudis Catalans.

Venerdì 1 ottobre, alle 18 Il dire (di un folle), presentazione della traduzione in italiano di Davide Sechi del volume di poesie catalane “Dirs”, di Xavier Casassars Canals. Alle 19,30 Voci e modi errati dell’uso sardo: sarà presentata la ristampa anastatica del volume del 1911 sull’italiano regionale di Sardegna, con un saggio introduttivo di Marzia Caria, docente all’Università LUMSA di Roma. Le letture sono affidate all’attore Alessandro Pala Griesche. La serata si concluderà con l’esibizione del Coro Baratz di Villa Assunta.

Sabato 2 ottobre, alle 19 sarà la volta del Lo rei bo, testo teatrale di Pino Piras in coedizione con l’Associazione Cabirol.

Infine, domenica 3 ottobre, alle 19, Groc i vermell, nuova edizione del primo libro in algherese normativo, scritto da Antonello Paba, a quarant’anni dalla sua pubblicazione, con una introduzione di Antonio Budruni.

 

Per evitare code e in conformità alle disposizioni anti-pandemiche, è necessario prenotare sul sito dell’Associazione: https://www.edla.it/activitats

* Nota stampa

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi