Giovedì 16 Settembre, aggiornato alle 20:15

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Deriu ( PD): “bonificare le strutture in amianto bruciate durante il gigantesco rogo”

Deriu ( PD): “bonificare le strutture in amianto bruciate durante il gigantesco rogo”

INCENDIO NELL’ORISTANESE, DERIU (PD): “OCCORRE INTERVENTO STRAORDINARIO DI BONIFICA DELLE STRUTTURE IN AMIANTO BRUCIATE”

Bonificare le strutture in amianto bruciate durante il gigantesco rogo che negli ultimi giorni ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, al fine di tutelare la salute dei cittadini. E’ questo l’appello lanciato da Roberto Deriu, consigliere regionale del Partito Democratico, in seguito all’incendio che ha raso al suolo i boschi del Montiferru, tra le zone verdi dell’isola, e tante aziende agricole, costringendo centinaia di uomini e donne, fra sabato e domenica, a lasciare le loro case per precauzione.

“Il danno ambientale è incalcolabile e le priorità sono diverse – spiega Deriu –, ma mi preme sottolineare la necessità di un intervento straordinario di bonifica delle strutture in amianto rimaste coinvolte nel rogo. Una questione importante, rimasta finora nascosta e scoperchiata soltanto dal devastante incendio”. Sono numerose infatti le segnalazioni ricevute in merito a resti di tettoie e capannoni in amianto distrutti dalle fiamme. “Per tanti cittadini c’è il serio rischio di respirare fibre dannose per la salute, a maggior ragione se i materiali in questione dovessero venire smaltiti illegalmente con pale e trattori. Quando accadono episodi del genere – prosegue il consigliere dem – l’intervento di bonifica deve essere repentino, in quanto le fibre di cemento amianto sono particolarmente volatili. Motivo per cui bisogna agire immediatamente con personale abilitato, certificato e soprattutto adeguatamente protetto”.

“Dopo un incendio che coinvolge strutture in amianto, le spese di bonifica sono ingenti, costi che pochi possono sostenere. Per questo motivo – conclude Roberto Deriu – è doveroso che la Regione intervenga con risorse e incentivi importanti, al fine di garantire la bonifica delle strutture in amianto bruciate dal rogo e salvaguardare la salute dei cittadini, già fortemente provati dal drammatico evento”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi