Lunedì 21 Giugno, aggiornato alle 22:51

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

San Michele la chiesa del Patrono di Alghero in condizioni pietose, lo scritto provocatorio: “lasciate una offerta, non la ruba nessuno”

San Michele la chiesa del Patrono di Alghero in condizioni pietose, lo scritto provocatorio: “lasciate una offerta, non la ruba nessuno”

La Chiesa di San Michele ad Alghero, rappresenta uno degli esempi più significativi in sardegna dello stile barocco. È dedicata al santo patrono della città, ed è situata nel cuore del centro storico, in via Carlo Alberto, di fronte a piazza Ginnasio. Da anni sofferente per lo stato in cui versa, e oggi, ancora la sua facciata è in uno stato precario. Soldi per ristrutturarla pochi, e altro non rimane che transennare per ragioni di sicurezza la parte più a rischio di distacco calcinacci.
Qualcuno ha intuito che bisognava alzare la voce compiendo un gesto eclattante. Presa una penna si è pensato di comporre una specie di racconto semiserio, e di appenderlo a una transenna, e non è bastato, perché per terra è stata deposta una cassetta in cartone per accogliere le offerte!
E è stato centrato l’obiettivo, perché in questi giorni, non si parla altro che della fatiscenza della facciata della Chiesa di San Miche patrono di Alghero, e dei morti che si rivoltano nelle tombe dalla rabbia, per tanto sfregio alla memoria storica del luogo.
E’ l’esempio di come le istituzioni religiose, in città,  siano in crisi, incapaci di finanziare il restauro di un bene che va aldilà delle semplici considerazioni: San Michele non è solo una chiesa.
E allora non rimane che girare la domanda all’amministrazione, per verificare se si possibile trovare risorse, magari di concerto con l’istituzione ecclesiale, che tutto si può dire tranne che si povera in canna. Ci sono campagne immense, unità immobiliari, in capo alla Curia Vescovile di Alghero, perché non pensare, per esempio di far contribuire al  restauro della Chiesa a chi ha in godimento da tempo questi beni immobili e ne trae profitto?

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi