Lunedì 21 Giugno, aggiornato alle 15:44

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Sea Star il Ristorante sul Lido assediato dalla Posidonia a pranzo e a cena

Sea Star il Ristorante sul Lido assediato dalla Posidonia  a pranzo e a cena

Il SeaStar è un ristorante al Lido di Alghero. Gestito con entusiasmo da un giovane chef, Lorenzo Moro, che occupa stabilmente cinque persone. Una location da sogno nel Golfo di Alghero, dove si può godere di tramonti davvero speciali, e al calar del sole, la notte offre i colori della città che si specchiano sul mare.
Lorenzo e i suoi,  sono anch’essi figli della crisi.  Un anno trascorso quasi in apnea arrangiandosi, soprattutto con l’asporto, giusto per sopravivere e non essere soprafatti dalla crisi, e ora grazie al colore bianco conquistato, con entusiasmo vogliono ripartire.

Ma, loro malgrado, sono  oggetto di un contrattempo non di poco conto. Come noto da tempo, potremmo dire da mesi, si sta lavorando su litorale per la rimozione di notevoli quantitativi di Posidonia spiaggiata. Quelle classiche foglie Algheresi,  che sono la nostra croce e delizia, e per Lorenzo Moro in questi giorni sono davvero una croce.

Il ristorante come noto, lavora nelle ore di pranzo, e soprattutto molte sono le persone che si accomodano per consumare la cena, con la classica candela o  con le luci soffuse.

Oggi a pochi metri dal locale, sin dalla prima mattina, si è lavorato per la rimozione della posidonia. Apriti cielo, il tanfoa momenti prendeva il cuore, ed era poco invitante per chi doveva mangiare e aveva prenotato.

La posidonia è stata spostata con mezzo meccanico,  verso la battigia, hanno lavorato tutta la mattinata e smesso per tutto il pomeriggio e ripreso, alle 20 di sera, e continueranno sino alla mezzanotte.

Una casualità che proprio in prossimità di un’attività di ristorazione meritava sicuramente più attenzione .Lorenzo Moro, titolare del SeaStar, non la prende tanto bene, considerato che gli operai con ruspa gommata autorizzata e camion,  devono rimuovere notevoli quantitativi di Poseidonia.

E non ci vuole molto a capire che l’attività di ristorazione è sicuramente danneggiata. Lorenzo Moro prova un suggerimento:” Dopo un anno di crisi profonda, si poteva pensare che nei fine settimana questo tipo di attività fosse poco indicata, bastava procedere alla rimozione della posidonia da mezzanotte in poi, quando la nostra attività chiude. Pretendere un lavoro straordinario, per la ditta che opera, in considerazione del fatto che anche noi dobbiamo lavorare e non chiediamo altro se non di poterlo fare”.

Poche parole e la contrarietà per quello che sicuramente è un lavoro da portare avanti ma che avviene in un momento e in giorni particolarissimi.

Sarebbe auspicabile che l’amministrazione, impartisse a questa ditta un diario di lavoro diverso quando c’è da operare in prossimità di attività, che hanno necessità di garantire alla propria clientela la respirazione di aria salubre, e di gustare i profumi dei piatti tipici della Riviera del Corallo che non possono essere mischiati col profumo intenso dello zolfo e potassio presente nella Posidonia spiaggiata. Conoscendone la sensibilità, l’Assessore Andrea Montis troverà il giusto correttivo. Il SeaStar ringrazierà


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi