Giovedì 13 Maggio, aggiornato alle 10:47

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Ecco il bando per la concessione di contributi per le palestre e le scuole di danza

  • In Avvisi
  • 17 Aprile 2021, 10:21
Ecco il bando per la concessione di contributi per le  palestre e le scuole di danza

Cagliari, 15 aprile 2021 – E’ stato pubblicato dall’Assessorato della Pubblica Istruzione l’avviso per la concessione di contributi per le spese di gestione sostenute dalle palestre e dalle scuole di danza della Sardegna, nei mesi di chiusura durante l’emergenza epidemiologica Covid-19, per un totale di un milione e 500 mila euro, a parziale ristoro delle spese di gestione e quindi per poter riaprire il prima possibile.
Le domande dovranno pervenire entro il 18 maggio 2021 esclusivamente per via telematica da una casella Pec all’indirizzo: pi.sportspettacolo@pec.regione.sardegna.it
L’avviso è rivolto alle società e associazioni sportive che gestiscono una o più palestre o scuole di danza e che siano affiliate a una Federazione sportiva o un Ente di promozione sportiva e siano in regola, alla data di presentazione della domanda di contributo, con l’iscrizione o rinnovo dell’iscrizione per l’anno 2021, all’Albo regionale delle società sportive.

Sono escluse dai benefici contributivi dell’avviso le società e le associazioni sportive per l’attività svolta in palestre destinate ad uso diverso da quello sportivo, quali le palestre destinate ad attività legate al benessere o ad uso sanitario. Sono escluse, inoltre, le società e le associazioni per l’attività svolta in strutture di proprietà pubblica tra cui quelle scolastiche e universitarie.

Entro il 13 maggio 2021 potranno essere inviate le eventuali richieste di chiarimento via email all’indirizzo: pi.sportspettacolo@regione.sardegna.it.

“Non è un click day – tiene a precisare l’Assessore regionale dello Sport, Andrea Biancareddu – per cui tutti avranno qualcosa. Se i fondi stanziati non dovessero bastare, l’importo verrà rideterminato in diminuzione, ma tutti gli aventi diritto avranno proporzionalmente un contributo. Non c’è per questo nessun pericolo che chi arriva primo a presentare la domanda avrà più soldi e chi ultimo invece nulla o quasi. Sottolineo questo fatto perché sono arrivate molte richieste di spiegazione in merito. Chi ha diritto perché ha avuto spese o delle perdite sarà inserito tra gli aventi diritto ai contributi.”


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi