Lunedì 28 Novembre, aggiornato alle 10:13

Marco Tedde, su proroga del Piano casa: fallimento nelle politiche Urbanistiche

Marco Tedde, su proroga del Piano casa: fallimento nelle politiche Urbanistiche

Con l’ennesima proroga della legge edilizia Pigliaru e il centrosinistra con grande onestà intellettuale riconoscono di avere fallito nelle politiche urbanistiche.” Lo ha dichiarato il consigliere regionale di Forza Italia Marco Tedde all’esito dell’approvazione della leggina di proroga del Piano casa del centrosinistra che, secondo il consigliere del sassarese,  ad oggi non ha prodotto significative ricadute sul tessuto produttivo.  “Secondo l’Ance il Piano casa di Pigliaru è stato un fallimento. Mentre, invece, il Piano casa del centrodestra approvato nel 2009 ha prodotto circa 46 mila pratiche edilizie fino al 2015. Quindi quasi due miliardi di investimenti che hanno rigenerato il mercato allargato dell’edilizia e incrementato il PIL regionale. Oggi -denuncia l’ex sindaco di Alghero- registriamo la perdita di 10 mila addetti diretti solo nel biennio 2016-2017. A questi occorre aggiungere la perdita di altre due unità indirette fra imbianchini, geometri e impiantisti per ogni addetto. E sono centinaia le imprese che hanno dovuto chiudere i battenti . Ma denunciamo con forza -attacca Tedde- che attendiamo da circa 4 anni che la Giunta Pigliaru e la maggioranza di centrosinistra accantonino le risse che li contraddistinguono e varino la proposta di legge urbanistica  che deve disciplinare in modo organico il governo del territorio. Legge più volte promessa. Ma vanamente. Pigliaru va avanti a forza di asfittiche proroghe. Eppure nel suo programma elettorale  -ricorda Tedde- aveva censurato il Piano casa del centrodestra e la sua proroga, si era impegnato formalmente a modificare il  PPR di Soru che ha messo in ginocchio l’edilizia sarda e ad approvare la nuova legge urbanistica. Piuttosto che risolvere il problema con l’approvazione della nuova legge urbanistica  Pigliaru ed il centrosinistra hanno preferito mettere una piccola pezza per mettere la “sordina elettorale”   alle correnti che all’interno del PD si affrontano in una guerra senza esclusione di colpi sull’urbanistica. Continuiamo a ribadire che Pigliaru e la sua maggioranza – ha concluso Tedde- debbono pensare al bene dei sardi e smetterla di combattere faide legate a questioni di potere”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi