Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 22:52

Mario Bruno con sette sindaci: con loro una consulta permanente

Mario Bruno con sette sindaci: con loro una consulta permanente

Due ore con i sindaci di Alghero dal 1975 a oggi. Quanta esperienza e quanto amore per la città!

Tore Piccioni, Salvatore Scognamillo, Andrea Frulio, Enrico Loffredo, Alfonsino Ibba, Carlo Sechi, Stefano Lubrano.

Assenti per impegni improcrastinabili Tonino Baldino e Marco Tedde.

IMG_8165Buone notizie sia per la sede della Generalitat che dovrebbe riaprire a breve, ma per la quale tutti hanno convenuto sui rapporti paritetici e orizzontali con Alghero e per l’apertura della sede istituzionale di Alghero a Barcellona, sia per l’imminente apertura del Palazzo Serra (già sede dell’assessorato della cultura e dello sportello linguistico) per l’Institut d’Estudis Catalans e per la Consulta delle associazioni di promozione e tutela dell’algherese. Le associazioni hanno già elaborato con l’amministrazione un regolamento che sarà ora sottoposto al Consiglio Comunale.

Si è parlato anche di aeroporto, di sanità e dei problemi della casa e dello sviluppo della città. Ho esposto i progetti sulle opere pubbliche immediatamente cantierabili (piscina coperta i cui lavori sono già iniziati, casa comunale, scuola e auditorium musicale di via Tarragona, ex cotonificio, circonvallazione, asilo nido di via Malta e riqualificazione delle 18 scuole di Alghero, ponte di Fertilia e mercato civico). Molte idee, proposte, consigli.

Ci incontreremo ancora prima di San Joan, di San Miquel e di Nadal. Prossimo appuntamento per presentare a gennaio il piano strategico.

Ci siamo fatti gli auguri di Natale per la Città di Alghero, innanzitutto.

Interessante l’intersecarsi di storie, di opere e piani pensati da un sindaco, progettati da un altro, finanziati e avviati da un altro ancora, completati da un altro sindaco. È la storia recente della città. Tanti aneddoti e racconti, quando i sindaci erano espressione del Consiglio prima dell’elezione diretta, quando avevano anche funzioni gestionali, quando i partiti mantenevano fissi gli assessori mentre i sindaci cambiavano.

Un incontro interessante, cordiale, fuori dagli schemi.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi