Lunedì 28 Novembre, aggiornato alle 15:11

Conto alla rovescia per il referendum sull’autodeterminazione della Catalogna. 

Conto alla rovescia per il referendum sull’autodeterminazione della Catalogna. 

A Barcellona ci sono osservatori anche sardi, solidali con i catalani. Oggi trattori in strada.

Conto alla rovescia per il referendum sull’autodeterminazione della Catalogna. A pochi giorni dal voto la polizia spagnola – e gli stessi Mossos d’esquadras catalani, la polizia regionale – temono disordini mentre non è chiaro cosa possa concretamente succedere in occasione del voto. Unico dato certo è che la magistratura ha dato l’ordine alle forze dell’ordine di bloccare l’accesso ai seggi. In un messaggio diffuso su Twitter la polizia catalana evoca “conseguenze non desiderabili” per quanto riguarda “la sicurezza in città dal punto di vista dell’ordine pubblico”. La magistratura, dal canto suo, ha chiesto alla polizia nazionale e a quella catalana di coordinarsi” per impedire fino al primo ottobre l’utilizzazione di edifici pubblici…per la preparazione del referendum”. Particolarmente interessante la situazione nei licei e all’università. L’università di Barcellona è di fatto occupata e in molti licei gli studenti favorevoli all’indipendenza potrebbero occupare gli istituti per poi favorire voto, in un modo o nell’altro. Alta tensione prevista anche fuori dalla ‘capitale’. In molti paesi e villaggi fuori Barcellona un sindacato di contadini si è impegnato a mobilitarsi con trattori e altri mezzi pesanti. L’idea è di dispiegarli nei pressi dei seggi elettorali “per renderne più difficile la chiusura”. Dunque, le autorità catalane sono determinate a tenere domenica prossima un referendum sull’indipendenza della Catalogna che il governo spagnolo vuole impedire.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi