Mercoledì 27 Ottobre, aggiornato alle 12:15

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

VIDEO -Terra della circonvallazione a Maria Pia- Pirisi chiede e Conoci lo gela: “sito individuato dalla precedente amministrazione”

VIDEO -Terra della circonvallazione a Maria Pia-  Pirisi chiede e Conoci lo gela: “sito individuato dalla precedente amministrazione”

Da qualche giorno si vedono grossi camion che trasportano proprio a ridosso del Palacongressi, ingenti quantitativi di terra. Dopo gli accumuli, si è proceduto alla compattazione della stessa, in una area “sensibile”, proprio a ridosso del Calich. Da giorni il fatto ci viene segnalato dai nostri lettori, ieri tutto è stato svelato nel corso del Consiglio Comunale.

C’è stata una segnalazione “breve” da parte del Consigliere Mimmo Pirisi nel corso del consiglio comunale di ieri, riferita all’accumulo di terra che si sta realizzando dietro il Palazzo dei Congressi a Maria Pia. “Come noto, quella terra arriva dai lavori che si stanno effettuando sulla circonvallazione- ha affermato Pirisi – e spero che quella terra in una zona particolare come quella di Maria Pia, un’area “umida” contigua a quella della Laguna del Calich non si possa mantenere in quel sito. “Si consideri – ha proseguito Pirisi – che quella terra è stata compattata per poterne far stazionare di più”. Il consigliere comunale del partito democratico ha chiesto, di fatto, lumi sullo stato dell’arte.

La risposta del Sindaco Conoci è arrivata subito dopo, vista l’Assenza dell’Assessore competente (Antonello Peru). Una sorpresa, a sentirla, e di fatto una eredità ricevuta. “Lei non sa cosa ho fatto io per eliminare quel posto- ha affermato Mario Conoci rivolto a Pirisi – quel sito è stato individuato dalla precedente amministrazione, secondo me per una svista, poiché nessuno con un po di buon senso poteva individuare quel luogo, peraltro con attraversamento della città da parte di grossi mezzi di trasporto. Certo che non rimarrà li – ha proseguito il Sindaco – ma verrà dislocata altrove. Stiamo lavorando per non gettare niente di inquinante, è il primo cosi detto cappellaccio del terreno. Per la parte non riutilizzabile ci sono circa 400mila euro per il conferimento in discarica. Se avessimo rimodulato l’intervento, avremmo dovuto bloccare i lavori per la Circonvallazione per mesi e mesi, con ripresa dell’iter anche livello Regionale. Lo stesso materiale da conferire nelle cave dev’essere materiale non inquinante. E’ un disagio che dovremmo sopportare sino a quando non verrà eliminata dal quel sito”, ha concluso Mario Conoci.

Da non credere che Maria Pia possa essere stata identificata come area di stazionamento della terra asportata, di fatto uno stravolgimento dell’habitat esistente, compresi i microrganismi contenuti nella terra. Si pensi che pochi grammi di terreno possono contenere miliardi di batteri, ife fungine, decine di migliaia di protozoi, poi insetti, vermi. Insomma il danno ambientale da “migrazione” è certificato.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi