Mercoledì 14 Aprile, aggiornato alle 22:35

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Punta Giglio – Stefano Cucca prende le distanze: “mi dissocio assolutamente da questa iniziativa”

Punta Giglio – Stefano Cucca prende le distanze: “mi dissocio assolutamente da questa iniziativa”
Irrompe sulla scena Stefano Cucca, molto conosciuto in città, un giovane illuminato che disegna percorsi di Open Innovation e interventi basati su modelli di economia circolare, per sviluppare progetti con alto valore economico e sociale, e basso impatto ambientale”. Lo abbiamo conosciuto in uno dei suoi interventi al finaco della Consulta Giovani di Alghero dove  Stefano Cucca per Rumundu, presentò alla stampa l’ambizioso progetto che intendeva favorire la creazione d’imprese, associazioni, gruppi di lavoro, capaci di creare valore economico e sociale. Il suo nome lo abbiamo trovato all’interno dell’organigramma della Società Cooperativa ( foto) che nel 2017 preparò il Progetto per Punta Giglio. Il suo nome è stato “ricamato” con dovizie di parivolari, sino farlo diventare centrale nel progetto di Punta Giglio, veniva così descritto: Stefano Cucca Fondatore & Managing Director Rumundu Autorizzazioni e potenziali finanziamenti + contatti con il territorio Organizzazione cicloturismo+ partnership con “Le Prigionette” Si (già sul posto). Oggi con un lungo post sulla pagina Fcb “Alghero per Punta Giglio” prende le distanza da tutti. Una sterzata, inaspettata, arrivata dopo tre anni abbondanti.
Ecco cosa scrive Stefano Cucca:
Era il 2017 ed un amico di Sassari, mi contatta perché vorrebbe partecipare con degli amici ad un bando pubblico per la gestione di un’area nei pressi di Capo Caccia con l’obiettivo di fare attività formative nell’ambito della sostenibilità.
Ancora non c’è un progetto ma un’idea perché in una prima fase non era necessario presentare un progetto, così mi viene detto, e mi chiedono se eventualmente mi sarei potuto occupare di fare per loro delle attività formative presso la Rumundu Academy.
Dico di si ed apparentemente tutto finisce.
Non vengo più contattato da nessuno e nel frattempo vengo a sapere che la persona che mi aveva coinvolto non è più all’interno della cooperativa.
Scoppia il caos e percepisco che dietro questa storia sembra ci siano delle ombre di personaggi strani che, con tutto rispetto, non penso che vogliano salvare il mondo.
Ripeto, non sono più stato contattato da nessuno e non ho idea chi siano i soci della cooperativa.
L’impressione che ho però, leggendo ora le loro giustificazioni, quelle della cooperativa, è che siano stati contattati dei soggetti locali per poi poter dire: abbiamo anche coinvolto il territorio.
Ecco, io non sono mai stato coinvolto. Non ho una mail di nessun tipo da parte di questi signori. Non ho un numero di telefono, niente.
Se non fosse che vengo a sapere in questo momento, tramite un altro amico, che girano documenti, “premi per la sostenibilità” della cooperativa Quinto Elemento con anche il mio nome all’interno con a fianco al mio nome questo: Ruolo (Autorizzazioni, e potenziali finanziamenti + contatti con il territorio).
Come prima cosa dico che mi dissocio assolutamente da questa iniziativa. Che firmo e farò firmare la petizione ma chiedo e chiederò, nel caso ci sia un legale anche all’interno del gruppo chiedo anche a voi, se e come poter procedere per dare il mio contributo a fermare questa stortura per lasciare questo spazio così come è attualmente.
Sarebbe opportuno che Stefano Cucca dicesse, se lo sa, ulteriormente e pubblicmente quali ombre ha percepito. Chi  a livello locale ha contattato la Cooperativa o viceversa. Oggi c’è bisogno di sapere, per capire, ancora e ulteriormente un percorso, che  oggi aggiunge un tassello, o se vogliamo lo toglie.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi