Mercoledì 14 Aprile, aggiornato alle 22:35

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Formalizzato un accordo di collaborazione fra WeClean, Comune di Alghero ed Ente Parco di Porto Conte

Formalizzato un accordo di collaborazione fra WeClean, Comune di Alghero ed Ente Parco di Porto Conte

Formalizzato un accordo di collaborazione con WeClean, Associazione no-profit, Comune
di Alghero ed Ente Parco di Porto Conte per riqualificare l’ambiente educando le nuove generazioni

Sono oltre quattromila le tipologie di rifiuti che lo scorso anno sono state censite nelle spiagge
sarde. Mozziconi di sigaretta e plastica comandano la classifica, seguiti da vetro e ceramica. Di
anno in anno la sporcizia di arenili e in generale di aree di pregio naturalistico intacca l’immagine
dell’Isola, con danni che si riflettono non solo a livello ambientale ma anche economico e
turistico. Pianificare un progetto generale ed efficace di pulizia che non sia circoscritto alla ripresa
della stagione estiva ma determini un reale cambio di passo culturale e contempli l’assunzione di
consapevolezza e responsabilità di cittadini e vacanzieri – è la linea da seguire per una reale
rinascita dell’isola.
Il Comune di Alghero e l’Ente Parco di Porto Conte hanno così formalizzato nei giorni scorsi un
accordo di patrocinio e collaborazione con l’Associazione WeClean, Ente no-profit che ha come
obiettivo la pulizia, la salvaguardia e la riqualificazione delle zone di pregio paesaggistico e
ambientale del Nord Sardegna e lo sviluppo di attività educative e informative per promuovere,
soprattutto nelle giovani generazioni, la sensibilità, l’attenzione e l’azione nel campo della
protezione ecologico-ambientale del territorio.
Si tratta di un progetto pilota che parte da una delle aree più belle e apprezzate dell’Isola, e che è
destinato a replicarsi nei prossimi mesi in altre parti della Sardegna. WeClean, di concerto con gli
Enti Locali e con la collaborazione di Aziende del territorio, operatori del settore turistico e
cittadini, svilupperà interventi mirati da compiersi con tecnologie a impatto zero, dallo studio delle
aree con impiego di droni, all’intervento di pulizia e risanamento con l’ausilio di mezzi elettrici.
“Crediamo che in un momento complesso dal punto di vista economico, sociale e turistico – dichiara
Mario Conoci, sindaco di Alghero – sia importante dare un chiaro segnale di fiducia nel futuro
mettendo al centro l’importanza dell'ambiente e il protagonismo dei giovani nella promozione di
una nuova sensibilità, nella tutela e valorizzazione della straordinaria ricchezza che ci circonda”.

Ufficio Stampa WeClean: Erika Pirina #349 1821 907
“Le porte del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina Protetta sono sempre aperte ad iniziative del
genere volte a sensibilizzare cittadini e turisti sulle tematiche ambientali per ridurre sempre più,
fino a cancellarlo, l’uso della plastica e altro materiale inquinante – commenta il presidente del
Parco di Porto Conte Raimondo Tilloca – Sono azioni e progettualità virtuose, condivisibili e da
sostenere al fine di percorrere quel tracciato di tutela e preservazione della nostra natura che
costituisce da tempo il dna del Parco e Area Marina”.
“Il progetto non poteva non raccogliere il plauso del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina dal
momento che risponde ad una prioritaria esigenza di responsabilizzare i cittadini e i turisti sul
danno causato dall’abbandono di rifiuti – ha aggiunto la consigliera del direttivo del Parco Lina
Bardino.
“La nostra collaborazione con WeClean sarà ampia e qualificata e prevederà anche il
coinvolgimento del nostro centro di educazione ambientale per uno scambio culturale di progetti ed
iniziative di comune interesse a partire dalla spiaggia di Mugoni” ha commentato il direttore del
Parco Mariano Mariani.
“L'impegno a salvaguardare la splendida realtà territoriale algherese – sottolinea a sua volta
l’assessore all’Ambiente Andrea Montis – richiede non solo un costante impegno da parte degli
organi preposti alla pulizia del territorio, ma il vero obiettivo è rendere evidente alle persone,
soprattutto ai giovani, che occorre un cambio di mentalità. Proteggere e valorizzare la natura deve
diventare 'naturale'”.
Anche per questo WeClean, come spiega la Presidente dell’Associazione Elisabetta Murenu,
promuoverà un programma di “adozione” di spiagge, dune, sentieri, luoghi storici al quale
potranno aderire, oltre alle Istituzioni, anche Aziende, operatori del settore del turismo e della
ricettività, semplici cittadini, scuole. Chi adotterà virtualmente una porzione di territorio, avrà
accesso a una Community che, nel condividere medesimi ideali e valori, offrirà opportunità di
partecipazione diretta alle iniziative dell’Associazione e riconoscerà questo impegno con un
efficace sistema di punteggi, bonus, specifici privilegi.
Attraverso la campagna “Adotta i Tuoi Luoghi Del Cuore”, Enti pubblici, Aziende private, singoli
cittadini, possono così tutelare specifiche porzioni di territorio, sulle quali l'Associazione interverrà
con azioni di valorizzazione e tutela condotte da personale specializzato e retribuito, eseguite con
professionalità nell'arco dell'intero anno. E' naturalmente previsto anche il coinvolgimento di
volontari (Cleaners), che possono partecipare individualmente o in gruppo iscrivendosi attraverso
una apposita app o tramite i nostri social network, e ottenendo in cambio riconoscimenti e
vantaggi concreti legati a un sistema di punteggio. Sarà quindi l’intero tessuto sociale a essere
coinvolto e a promuovere una rete virtuosa di partecipazione e impegno.
L’inizio dell’attività operativa di WeClean è previsto per il prossimo mese di giugno, con una serie di
interventi programmati per l’intero anno 2021.

Nella Foto Lina Bardino del CdA del Parco di Porto Conte


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi