Lunedì 18 Gennaio, aggiornato alle 13:23

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Giovani e istruzione, Mulas (FdI): “abbandono scolastico, giovani scoraggiati, frustrati. Disastro colpa del Governo”

Giovani e istruzione, Mulas (FdI): “abbandono scolastico, giovani scoraggiati, frustrati. Disastro colpa del Governo”

Di seguito la nota di Christian Mulas, Capogruppo Fratelli d’Italia Alghero
“Sull’istruzione dei giovani il Governo Conte ha imboccato una strada disastrosa. Nonostante lo stesso Comitato Tecnico Scientifico spieghi come la chiusura delle scuole non sia un’urgenza per la lotta ai contagi, le scuole rimangono chiuse. Il costo di questa scelta ricade tutta sugli studenti.
I nostri giovani sono preoccupati e molti di loro rischiano di abbandonare la scuola. Il problema dell’abbandono scolastico è una piaga in aumento e che colpisce duramente anche la Sardegna.
Secondo i dati recentemente raccolti da Ipsos, oltre 34 mila studenti stanno interrompendo gli studi, dopo mesi di didattica a distanza problematica, per mancanza di strumenti informatici e di spazi adeguati. Oltre alla pandemia sanitaria dunque, il governo deve affrontare la pandemia educativa: una pesante ipoteca sul successo di una generazione e sullo sviluppo dell’Italia dei prossimi anni.

I dati raccolti ci dicono che i nostri giovani sono scoraggiati, frustrati dalle imposizioni del governo per la lotta al Covid: il 65% di loro è convinto di star pagando in prima persona per l’incapacità nella gestione della pandemia. Tra loro serpeggia amarezza e quasi la metà, il 46%, parla di un “anno sprecato”. Tutto questo si rifletterà sulla loro competitività nel mercato del lavoro ma anche e soprattutto nelle loro relazioni sociali.
La scuola in presenza è un atto importante sul carattere sociale e personale del giovane,la presenza fisica in classe è un atto non solo formativo ma soprattutto educativo. Nei nostri giovani questa distanza sociale sta causando abbandono scolastico e di conseguenza un impoverimento culturale e sociale. La scuola non è solo un luogo di studio e di formazione,ma è anche una forma educativa e sociale che insegna ai nostri giovani a conoscere e rispettare le regole della nostra società.
Come Educatore professionale e che si è sempre occupato di devianze minorili e disagio familiare so che è necessario intervenire per aiutare le nostre ragazze e i nostri ragazzi: oggi è fondamentale non abbassare la guardia sulla condizione dei giovani.”chiude la nota

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi