Giovedì 3 Dicembre, aggiornato alle 23:47

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Il CRA di Fertilia fa finire Michele Pais e Mario Conoci nel frullatore della polemica: “Due figure inadeguate”

Il CRA di Fertilia fa finire Michele Pais e Mario Conoci nel frullatore della polemica: “Due figure inadeguate”

Di seguito una nota a firma dei consiglieri comunali dei gruppi consiliari di opposizione – Futuro Comune, X Alghero, Sinistra in Comune, PD e M5Stelle – su evoluzione situazione CRA

“Un sindaco che un po’ si nasconde e un po’ minimizza, raccontando dati che praticamente tutti gli altri Sindaci hanno denunciato come sottostimati e non attendibili, per non infastidire l’assessorato regionale guidato dalla Lega del suo riferimento Michele Pais. Rassicura di continuo dicendo che è tutto sotto controllo e poi viene pubblicamente smentito. Nel mentre il presidente del consiglio regionale, invece di svolgere, nel modo che meriterebbe, l’alto ruolo istituzionale che ricopre, si agita come se fosse un consigliere o un assessore del comune di Alghero per provare a colmare il vuoto del suo sindaco.Due figure inadeguate al proprio ruolo istituzionale e che provano a coprirsi a vicenda.Intanto in città la situazione continua a precipitare. Ieri è stata una giornata tristissima per la nostra comunità. Altri due lutti tra i nostri anziani del Centro residenziale. Si è reso così sempre più evidente che purtroppo la situazione del CRA non è sotto controllo. Lo avremmo ampiamente preferito, ma in realtà la situazione è tragica e, se non si corre ai ripari subito, rischia di peggiorare. Avremmo preferito fosse vero quanto comunicato solo due giorni fa riguardo al fatto che si stavano facendo i tamponi ai dipendenti e a tutti gli ospiti. In realtà, invece, l’ultima volta (lunedì scorso) i tamponi sono stati fatti solo agli ospiti sintomatici, mentre per i dipendenti i tamponi non vengono fatti addirittura dal mese scorso.Ora bisogna assolutamente correre ai ripari in fretta. Fare immediatamente i tamponi al personale e a tutti gli ospiti. Separare i positivi dagli altri ospiti e fare in modo che il personale che assiste i positivi non entri in contatto con gli altri ospiti del Centro.Nel frattempo, in modo che nessuno possa non avere la giusta percezione del rischio bisogna cercare di comunicare dati il più possibile attinenti alla reale situazione in città e tutti noi dobbiamo fare la nostra parte, cercando di essere il più responsabili possibile, nel seguire le norme di distanziamento.È fondamentale per la salute di ciascuno e per la salute di tutti, in particolar modo per le persone più fragili, come i nostri anziani.”


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi